Verginità all’asta per amore di una madre

Print Friendly, PDF & Email

clip_image002

E’ la storia di Evelyn, una ragazza ecuadoriana trasferitasi in Spagna circa sette anni fa; la vicenda di una ragazza coraggio che si vede costretta a  mettere all’asta la sua verginità per  cercare di curare la madre ammalata; oggi ha ventotto anni e ha custodito con forte credo religioso il suo dono,  ma la vita della madre vale  bene la perdita della sua castità così,  sceglie  di aprire un’asta partendo dal prezzo base di quindicimila euro.

La notizia viene riportata da un quotidiano spagnolo: “El Mundo” e la vicenda non si e’ ancora conclusa da Maggio 2009 infatti,  Evelyn dichiara  al quotidiano attraverso un’intervista di non aver ancora trovato da due mesi ad oggi,  l’idoneo partner a cui concedersi.

L’ingente somma di denaro, confessa la ragazza, le servirà soprattutto  per poter tornare in Ecuador e riuscire così a ricoverare la madre in una clinica specialistica che le potrà dare sostegno nella la sua malattia; solo se riuscirà in seguito a metter da parte qualcosa, frequenterà la facoltà di medicina abbandonando il suo attuale lavoro come impiegata in una ditta di pulizie che non le concede di certo la possibilità di sostenere le spese per curare la madre.

Fino ad oggi, la somma più alta offerta e’ stata di tre milioni di euro; Evelyn è  molto titubante quindi  pare  abbia rifiutato l’offerta dell’acquirente in quanto,  al di là di un isolato incontro, l’uomo  avrebbe preteso di vederla ripetute volte; la ragazza e’ demoralizzata e depressa, giudicata e offesa ma porta avanti  la sua giusta causa e si meraviglia che in un paese così aperto e tollerante come la Spagna ci siano ancora pregiudizi di tipo sessuale: “E’ il mio corpo e ne faccio quello che voglio e a chi vorrà,  dimostrerò tramite certificazioni sanitarie la mia castità”, sostiene.

Sono soli ventotto anni quelli di Evelyn; una scelta molto forte, un grande sacrificio a un qualcosa di sacro a cui e’ legata da un credo religioso, ma evidentemente  l’amore per un genitore  và  oltre ogni confine e ogni pregiudizio.

Fonte: www.ansa.it

Immagine tratta dal sito: www.immaginigoogle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*