Print Friendly, PDF & Email

marcellosorgi

Nella sempre magica cornice fuori dal tempo che è il cortile Platamone a Catania ha avuto luogo ieri sera il terzo incontro con l’autore per la rassegna “Libri in cortile”, ideata da Pietrangelo Buttafuoco e Giuseppe Di Pasquale con la perfetta collaborazione di Maddalena Bonaccorso.

E’ salito sul palcoscenico per presentare il suo libro “Edda Ciano e il comunista” Marcello Sorgi, giornalista dalla lunga e vasta esperienza, e ora anche scrittore, intervistato da un collega e amico, Giuseppe Sottile, che Sorgi ha definito suo maestro di giornalismo quando entrambi lavoravano al quotidiano “L’Ora” di Palermo. Ha voluto essere presente, ritagliandosi uno spazio tra i suoi impegni di lavoro che lo portano fuori dalla Sicilia, anche Pietrangelo Buttafuoco che ha dato, con un suo breve intervento introduttivo, il benvenuto e ha manifestato la sua grande stima a Sottile, grande amico e collega.

Per leggere alcuni passi tratti dal libro di Sorgi è stata invitata l’attrice Mariella Lo Giudice, una delle colonne del teatro catanese, che ha saputo, con la sua grazia e la sua esperienza, rendere il calore e la passione di cui sono intrise le trentasei lettere d’amore che Edda Mussolini, vedova di Galezzo Ciano, fatto uccidere da suo padre, ha scritto a Leonida Buongiorno, partigiano comunista liparota, da lei incontrato e amato durante il periodo di confino che dovette vivere nell’isola eoliana nel 1945, lettere su cui Marcello Sorgi ha costruito questo suo bellissimo libro.

Vogliamo fare i nostri complimenti a Marcello Sorgi che, ammettiamo, fino a ieri sera non conoscevamo, che si è rivelato un ottimo affabulatore dotato di un eloquio affascinante venato di umorismo e che è riuscito, con la perfetta collaborazione di Giuseppe Sottile, a tenere sempre desta l’attenzione del numeroso pubblico presente.

E i nostri complimenti vanno pure a coloro che hanno ideato e messo in atto questa rassegna che si presentava come una vera sfida: parlare di libri d’estate, periodo in cui, per antonomasia, si pensa che la gente abbia voglia solo di “cose leggére”, di distrazioni che non facciano pensare e invece il successo di questa iniziativa ha dimostrato assolutamente il contrario; dopo la pausa del mese di agosto “Libri in cortile” tornerà a settembre con due “doppi” incontri con gli autori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*