Esame di dialetto per gli insegnanti

Print Friendly, PDF & Email

scuolaI lavori della commissione cultura della Camera sulla riforma della scuola si sono bloccati a causa della richiesta, da parte della Lega, di prevedere nel testo un esame per gli insegnanti con cui dimostrare “la loro conoscenza della storia, delle tradizioni e del dialetto della regione in cui intendono insegnare”.
La presidente della commissione, Valentina Aprea del Pdl, non è d’accordo su questo punto e, sospeso il comitato dei 9, rinvia l’esame dell’argomento ai capi gruppo di Montecitorio per discutere il testo direttamente in aula. La Lega si oppone a questa decisione affermando che non si può ignorare la volontà del secondo partito di maggioranza.
La proposta della Lega è di istituire un albo regionale dei docenti ma per l’iscrizione è necessaria una “preselezione che attesti la tutela e la valorizzazione del territorio da parte dell’insegnante”. I titoli di studio sono secondari per determinare l’adeguatezza dei professori perché “non garantiscono un’omogeneità di fondo e spesso risultano comprati”.
Il presidente della Camera Gianfranco Fini, intervenendo sulla questione, raccomanda che “durante l’esame della riforma la prima commissione e l’aula valutino il pieno e totale rispetto dei principi fondamentali della nostra carta costituzionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*