Ven. Lug 1st, 2022
Print Friendly, PDF & Email

morti _3

Lagos, 30-07-2009. Gravissimi scontri, iniziati domenica scorsa, in  Nigeria fra l’esercito e estremisti islamici  hanno causato almeno  600 morti. L’esercito ha attaccato in forze e bombardato  alcuni quartieri di Maiduguri, nel nord est della Nigeria che erano controllati dai ribelli.

Anche lo scorso novembre, oltre 700 persone furono  uccisi a Jos, capitale dello  stato del Plateau quando una campagna elettorale degenerò in sanguinosi scontri tra cristiani e musulmani.

Il gruppo che ha provocato  le ultime violenze in Nigeria settentrionale è noto con  diversi nomi, tra cui “al-Sunnah wal Jamma”, in  arabo:  seguaci degli insegnamenti  (di Maometto)  oppure:  Boko Haram, proibita l’istruzione occidentale (Boko: termine hausa per istruzione all’occidentale e  haram: probito dalla religione).

Il gruppo è stato fondato nel 2002 a Maiduguri, la capitale dello stato del Borno, da Mohammed Yusuf, un insegnante di madrasa (scuola coranica).

Nel 2004, si trasferì a Kanamma, vicino al confine con il Niger, dove ha costituito una base chiamata “Afghanistan”, da cui ha attaccato gli avamposti della polizia.

Boko Haram, che comprende anche  membri che provengono dal vicino Ciad, si oppone non solo all’istruzione  occidentale l’istruzione, ma a tutta la cultura occidentale.

Abdulmuni Ibrahim Mohammed, uno dei capi del gruppo del gruppo arrestato lunedi scorso, ha dichiarato  all’agenzia di stampa Reuters “l’istruzione occidentale corrompe le nostre idee e convinzioni: per questo noi ci troviamo a  difendere la nostra religione e la nostra guerra durerà a lungo”.

Salisu Mohammed, un esperto di  Al Jazeera, ha dichiarato  che le autorità nigeriane avrebbero  dovuto agire  prima che  Boko Haram si diffondesse  mentre invece non hanno fatto niente per contrastarlo.

Le motivazioni religiose esplodono anche per motivi economici: gli attacchi sono stati commessi principalmente da giovani frustrati e  disoccupati e orchestrati da leader religiosi e politici che li manipolano per propri fini.

———————–

Foto Reuter: mucchi di cadaveri dopo gli scontri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.