Il divorzio nuoce alla salute

Print Friendly, PDF & Email

FEDI_482.jpg_370468210

Stress, malattie croniche, disturbi cardiaci, cancro e diabete sembrano essere i disturbi più ricorrenti post divorzio anche per quelle coppie che, dopo essersi separati ponendo fine al loro legame, decidono di risposarsi nel tempo; questo studio è stato svolto da Linda Waite dell’ Università di Chicago insieme ad altri sociologi dell’Università di Baltimora e la notizia è stata pubblicata su Journal of Health and Social Behavior.

La ricerca è stata effettuata su un campione di novemila soggetti tra i cinquanta e i sessant’anni di età;  un vero e proprio campionamento da cui è emerso che il 20% dei soggetti separati o divorziati e che quindi pongono fine al loro rapporto, soffrono di patologie come stress o disturbi cardiaci, e il 23% di disturbi riguardanti la mobilità, rispetto invece  a persone sposate o che non hanno mai compiuto il grande passo durante la loro vita.

Gli esperti inoltre osservano che, gli strascichi di un divorzio o di una separazione (anche per coppie che decidono dopo anni di riunirsi in matrimonio, sperando in un epilogo migliore del precedente),  persistono e si ripresentano anche sottoforma di sintomi più flebili, ma con difficoltà scompaiono del tutto.

Il divorzio dunque nuoce alla salute, un vero e proprio stress da separazione a cui si aggiungono altre problematiche che come i frequenti problemi finanziari ed altre variabili,  insorgono nel tempo e sono legati a questo tipo di esperienza che purtroppo è oggi sempre più frequente anche a pochissimi mesi dalle stesse nozze.

Fonte: www.tiscali.it

Immagine tratta dal sito: www.tiscali.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*