Sorpresa a Pechino, Supercoppa alla Lazio! Inter beffata

Print Friendly, PDF & Email

supercoppa_laziointerFinalmente è arrivato il primo appuntamento con il calcio che conta. Nella suggestiva cornice di Pechino, Lazio e Inter hanno dato vita ad una bella sfida. Vincono i biancocelesti di Davide Ballardini grazie al loro cinismo. L’Inter ha giocato decisamente meglio. Ma la supremazia territoriale dei nerazzurri non si è concretizzata con la vittoria, complice un Muslera in serata di grazia, che non ha sbagliato praticamente nulla. L’Inter finalmente ha mostrato un suo impianto di gioco molto apprezzabile. Sembra finita l’era dei lanci lunghi. D’altronde Ibrahimovìc non c’è più ed è inevitabile adesso giocare in maniera più manovriera e tatticamente apprezzabile. Tante le cose belle viste, non solo nell’Inter ma anche nella Lazio di Ballardini. Atteggiamento molto attendista quello dei biancocelesti. Eccezionalmente cinici nella ripresa, quando trovano due gol nel giro di 4 minuti e beffano un’Inter che prova a rimontare, e con veemenza, ma non trova le 2 reti necessarie per raggiungere i supplementari, soccombendo di misura 2-1.

L’andamento della finale di questa Supercoppa italiana vede un primo tempo giocato bene da entrambe le squadre ma con una decisa supremazia territoriale dell’Inter. I nerazzurri si esprimono bene in tutte le zone del campo, peraltro ben coperte. Una difesa registrata a dovere con l’ottimo debutto di Lucio, molto pericoloso con un paio di colpi di testa susseguenti ad altrettanti calci d’angolo. Bene il centrocampo, mentre in attacco ottima l’intesa della coppia Milito-Eto’o, che si scambiano spesso di ruolo in maniera perfetta. In particolare, quasi inafferrabile il camerunense che scorrazza su tutto il fronte d’attacco. Nella Lazio si mette in gran mostra il solito Zarate, il più intraprendente. Ma bene anche capitan Rocchi. In difesa gran primo tempo del giovane portiere Muslera, decisivo in un paio di occasioni. Alla fine uno 0-0 che sta un pochino stretto all’Inter, anche se sostanzialmente giusto.

Nella ripresa l’Inter riesce a scacciare la Lazio nella sua metà campo, per almeno 15 minuti buoni. Il forcing dei nerazzurri è asfissiante e produce diverse occasioni da rete. In grande evidenza Stankovic che si esibisce in alcuni tentativi molto pericolosi. E poi bravi anche il capitano Javier Zanetti e il “Principe” Milito, che insiste nella ricerca del gol, che non arriva. Ma una delle regole non scritte del calcio dice “gol fallito, gol subito”. Ed è quello che succede a Pechino. Infatti sugli sviluppi di un calcio di punizione, una serie di rimpalli mette Matuzalem nelle condizioni di trafiggere un incolpevole Julio Cesar. Ma passano appena 3 minuti e uno straordinario Tommaso Rocchi pesca il jolly e con un gran pallonetto dal limite dell’area di rigore beffa un Julio Cesar piazzato ben fuori dalla linea di porta. E’ il 2-0 che potrebbe chiudere l’esito del match. Ma i bravissimi ragazzi di Mourinho, a testa bassa, si gettano all’attacco. Trovano meritatamente il gol dell’1-2 con Eto’o e fanno tremare la retroguardia laziale nei 17, interminabili, minuti finali. Ma, a parte le solite strepitose parate del giovane Muslera, non succede nulla e la Lazio trionfa. Complimenti alla “parsimoniosa“ società di Claudio Lotito, che nel giro di 3 mesi conquista un altro importante trofeo. Ottimo avvio di stagione. Ma i complimenti vanno anche all’Internazionale di Mourinho: squadra sempre più bella ma poco cinica e molto sfortunata. E se questo è il “buongiorno” del calcio italiano, aspettiamoci davvero un campionato molto bello e avvincente.

Cronaca

Primo tempo

Al 3’ bel tiro di Matuzalem ma la palla va alta sopra la traversa.

Al 12’ colpo di testa di Lucio, conseguente a calcio d’angolo, ma la palla sorvola di un soffio la traversa.

Al 16’ tiro centrale di Eto’o, su assist di Milito, ma Muslera blocca agevolmente.

Al 20’ gran tiro di Zarate e ottimo intervento di Julio Cesar che si rifugia in angolo. Lazio molto pericolosa.

Al 23’ tiro sbilenco di Stankovic che manda la palla alle stelle.

Al 32’ Muntari fallisce un “rigore in movimento” e di sinistro spedisce la palla di un soffio sopra la traversa. Il portiere Muslera non avrebbe potuto nulla sul tiro ravvicinatissimo. Un vero peccato per i nerazzurri.

Al 33’ tentativo di Rocchi ma il suo tiro, disturbato dall’intervento di un difensore interista, si spegne fuori, lontano dalla porta di Julio Cesar.

Al 37’ altro pericolosissimo colpo di testa di Lucio e grande intervento di Muslera che devia in angolo. Inter di nuova vicinissima al vantaggio.

Secondo tempo

Al 47’ tiro di Muntari, non insidiosissimo, ma Muslera si complica un po’ la vita intervenendo in due tempi.

Al 50’ gran tiro di Stankovic e Muslera si oppone con i pugni. E’ calcio d’angolo.

Al 61’ sul successivo calcio d’angolo, il solito Lucio tira di testa ma la palla finisce alta sopra la traversa.

Al 53’ tiro insidioso di Stankovic ma la mira è sbagliata e la palla si spegne sul fondo.

Al 56’ incredibile occasione da rete fallita da Eto’o che, su retropassaggio errato di Diakitè, si inserisce, anticipa il portiere laziale e, a porta vuota, spedisce fuori di un soffio. Peccato.

Al 57’ ancora Inter vicina al gol, con Milito che costringe Muslera ad un altro grande intervento.

Al 60’ ancora Milito prova dal limite dell’area avversaria, ma un attentissimo Muslera sventa in tuffo. Grande partita del portiere uruguayano.

Al 63’ Lazio in vantaggio: gol di Matuzalem che, sugli sviluppi di una punizione battuta da Kolarov, approfitta di una serie di rimpalli e va in rete, solo davanti a Julio Cesar. Per l’Inter, gol fallito, gol subito, la dura regola del calcio.

Al 66’ grandissimo gol di Rocchi che beffa Julio Cesar con un preciso pallonetto dal limite dell’area di rigore. La Lazio ipoteca la Supercoppa.

Al 75’ trema la Lazio, con una palla, successiva a calcio d’angolo, che finisce tra le gambe di Muslera ma non entra in porta.

Al 78’ bel gol di Eto’o che riapre la partita insaccando al volo di sinistro al centro dell’area di rigore. Incolpevole Muslera.

Al 82’ tiro centrale di Milito ma Muslera blocca.

Al 84’ tiro debole e sbilenco di Lucio. Tutta l’Inter all’attacco.

Al 86’ annullato un gran gol di Milito per fuorigioco di Eto’o.

Al 92’ gran punizione di Eto’o che sfiora l’incrocio dei pali.

Al 94’ gran colpo di testa di Suazo e Muslera si rifugia in angolo.

LAZIO – INTER 2 – 1

Lazio: Muslera, Lichtsteiner, Siviglia, Diakitè, Kolarov, Brocchi, Baronio (Dabo al 53‘), Mauri, Matuzalem (Cribari al 79‘), Rocchi (Cruz al 72‘), Zarate.

all. Davide Ballardini

Inter : Julio Cesar, Maicon, Lucio, Chivu, J.Zanetti , Muntari (Suazo al 82‘), Cambiasso, Thiago Motta (Balotelli al 68‘), Stankovic (Vieira al 68‘), Milito, Eto‘o.

all. Josè Mourinho

Arbitro: Morganti di Ascoli Piceno.

Marcatori: Matuzalem (Lazio) al 63’, Rocchi (Lazio) al 66‘, Eto‘o (Inter) al 78‘.

Ammoniti: Muntari (Inter) al 29’, Matuzalem (Lazio) al 30’, Chivu (Inter) al 89’, Maicon (Inter) al 89’.

L’immagine è tratta dal sito www.tuttosport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*