Il vaccino cinese

Print Friendly, PDF & Email

vaccino _5

Il governo cinese ha annunciato che propri scienziati hanno approntato un vaccino monodose contro la  H1N1, la influenza  cosi  detta suina che si è estesa in tutto il mondo.

Il vaccino è stato approvato dalle autorità sanitarie cinesi mentre altri quattro vaccini sarebbero in fase di sperimentazione.

Gli esperti  sanitari dell’Organizzazione mondiale della sanità si mostrano però piuttosto scettici  sulla possibilità che il vaccino monodose possa essere veramente efficace contro un virus cosi complesso anche se riconoscono che sarebbe  certamente preferibile a quelli pluridose che si stano approntando in Occidente: bisognerà aspettare i risultati definitivi.

Inoltre i cinesi si sono detti in grado di produrre il vaccino con una rapidità  molto superiore a quella degli Occidentali.

La Cina è particolarmente preoccupata per la influenza  che potrebbe compromettere seriamente i rapporti commerciali internazionali (segnatamente la prossima esposizioni mondiale di Shangai) e soprattutto perche manca di una rete di assistenza medica estesa a tutto il paese: in pratica la maggioranza dei Cinesi non ha assistenza medica moderna e sia arrangia con antiche pratiche popolari. La Cina mira ad avere il vaccino sufficienti per il cinque per cento della popolazione entro la fine dell’anno, e anche se i funzionari della sanità non hanno pubblicato dettagliati piani di vaccinazione, sono gruppi prioritari gli operatori sanitari, i lavoratori del servizio pubblico e gli studenti.

L’importanza  della notizia non consiste però semplicemente nel fatto in se stesso. Se la notizia risultasse effettivamente confermata  sarebbe la prima volta nella storia moderna che scienziati cinesi avrebbero prodotto qualcosa tecnologicamente più avanzato di quanto abbiano fatto quelli occidentali. Il vaccino cinese infatti sarebbe superiore a quelli occidentali perché monodose e di più facile produzione.

Se effettivamente esso dovesse essere efficace  potremmo dire che la Cina ha ripreso il suo posto nella millenaria storia della civiltà, sarebbe un segno che la scienza occidentale non è più sola all’avanguardia nel mondo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*