Influenza A? Nessuna preoccupazione

Print Friendly, PDF & Email

L’influenza A/H1N1 è meno pericolosa di quello che si poteva immaginare, a confermarlo sono i dati che sono giunti al Ministero della Salute, in questi giorni, dati che catalogano l’influenza A come qualsiasi altra influenza. Per ora sono state colpite all’incirca 7 mila persone e secondo le previsioni del Viceministro della Salute, Ferruccio Fazio, “alla fine della pandemia i casi gravi saranno un paio di centinaia.”

Quindi, come ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini, “le scuole inizieranno regolarmente e le vacanze natalizie saranno di durata normale.”

Tuttavia “sarà avviata all’interno delle scuole una campagna di comunicazione sui comportamenti corretti da tenere.”
Comportamenti di prevenzione che dovranno essere seguiti da tutti gli studenti che avranno l’impegno di rispettare sempre e comunque le norme di igiene personale con qualche accortezza in più:
-lavarsi accuratamente le mani utilizzando il sapone;
-coprirsi la bocca con un fazzoletto di carta quando si tossisce o starnutisce, fazzoletto da gettare successivamente nel cestino;
-non scambiare cibo con altri studenti;
-non toccarsi gli occhi, il naso e la bocca con le mani non lavate.

Entro la prossima settimana ci sarà l’ordinanza per le vaccinazioni.

3 commenti

  1. Quello che riportate non è vero la situazione è molto più seria. All’estero ci sono parecchie vittime ma non viene detto e scritto da nessuno.

  2. Carissimo lettore,
    noi ci stiamo riferendo alla situazione qui in Italia, dove per il momento è tutto sotto controllo.

  3. dicono che e’ sotto controllo ma io non ci credo e ho paura.. l’informazione di regime puo’ tenere le notizie gravi nascoste senza che noi ne sappiamo nulla.. parliamo di vite umane cavolo!!!!
    in farmacia non si trovano piu’ antivirali: perche’ ????? secondo me sono stati requisiti dallo stato per l’emergenza che scoppiera’
    Io ho acquistato tre scatole di mascherine e una di disinfettante.. gia’ sono introvabili.. meglio avere una difesa in piu’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*