Assegnate le Targhe Tenco 2009

Print Friendly, PDF & Email

tenco2009

Sanremo per molti è la patria del Festival della canzone italiana. Gli addetti ai lavori sanno però che la ridente cittadina ligure, da un punto di vista musicale, è soprattutto la sede di quello che, con ogni probabilità, è il premio più prestigioso che si assegna nel nostro nel nostro paese: la Targa Tenco. Il riconoscimento è assegnato da una giuria tecnica formata da 160 giornalisti specializzati, su iniziativa del Club Tenco,  associazione formata dal lungimirante Amilcare Rambaldi per tutelare la canzone d’autore italiana.

L’edizione 2009 ha visto l’affermazione dei seguenti artisti:

  • album dell’anno: “Luna persa” di Max Manfredi
  • album in dialetto: “Napoletana” di Enzo Avitabile”
  • opera prima: “Pere e cioccolato” degli Elisir
  • interprete: “Donna Ginevra” di Ginevra Di Marco

La scelta dei giurati, quest’anno, sembra si sia rivolta in particolare a premiare le carriere, ingiustamente sottovalutate, di artisti di grande mestiere e lungo corso, ma non suffragate da notorietà presso il grande pubblico.

E’ il caso di Max Manfredi. Autore genovese amatissimo da Fabrizio De Andrè e da sempre sotto l’occhio vigile della critica e del Club Tenco (vinse la targa nel 1990 nella categoria opera prima). “Luna persa”, già gratificato dal “Premio Lunezia”,  è il suo lavoro più maturo e intenso. Nel giudizio del Tenco, che ha visto raccogliere il voto di ben metà dei giurati, si è imposto sui favoritissimi Vinicio Capossela e Ivano Fossati.

Non dissimile il caso di Enzo Avitabile. La targa è il riconoscimento a una carriera quasi trentennale che lo ha visto collaborare con artisti di notevole spessore, come Pino Daniele, Afrika Bambaataa e Richie Haves. “Napoletana” , realizzato con i Bottari di Portici, è lo splendido culmine di una ricerca musicale che, dal soul degli esordi, lo ha portato alla ricerca delle radici più autentiche e popolari della musica mediterranea.

Ginevra Di Marco nella categoria interpreti (alla sua seconda targa, dopo quella conquistata nel 2000) si impone su Franco Battiato e Morgan, dati favoriti alla vigilia. L’ascolto permette di comprenderne il motivo. Forte dell’esperienza acquisita con i C.S.I. e il progetto Stazioni Lunari, “Donna Ginevra” non è difatti soltanto un album di cover, ma uno sguardo senza limiti temporali alle musiche del mondo.

L’affermazione degli Elisir non desta invece sorpresa. Il progetto musicale di Paola Manzella, cui partecipa l’esperto Walter Calloni (batterista che ha lavorato con gli Area, Battisti e De Andrè), ha difatti colpito subito nel segno sin dall’uscita di “Pere e cioccolato”: una variegata miscela di stili sorretta da una non comune padronanza strumentale.

Gli artisti premiati saranno tra i protagonisti della 34ma edizione del Premio Tenco, che si svolgerà dal 12 al 14 novembre al Teatro Ariston di Sanremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*