Il Teatro Petruzzelli rinasce dalle ceneri

Print Friendly, PDF & Email

teatro petruzzelliIl Teatro Petruzzelli di Bari è stato ufficialmente riaperto ieri dopo diciotto anni dall’incendio che lo distrusse. Quella del 4 ottobre è una data storica per la Puglia e per l’Italia e per una volta è stata la musica a parlare, al di là delle polemiche che hanno caratterizzato il difficile percorso verso la rinascita. Per ripartire sono state scelte le note dell’aria “Casta Diva” tratta da La Norma di Bellini, con cui il 27 ottobre del 1991 il teatro era stato chiuso.

La voce di Maria Callas è stata accompagnata dalla proiezione di fiamme sulla cupola ricostruita. Poi un cielo stellato per sottolineare il nuovo corso. Un omaggio è stato fatto anche ai dipinti originali di Raffaele Armenise, distrutti per sempre dal rogo, e resuscitati virtualmente nuovamente sulla cupola grazie all’artista multimediale Gianfranco Iannuzzi. Discorsi delle autorità presenti – il sindaco di Bari Michele Emiliano, il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta – e largo all’inno di Mameli. A dirigere l’orchestra il Maestro barese Fabio Mastrangelo.

Poi, la Nona Sinfonia di Beethoven, con il suo Ode alla Gioia, simbolo della fratellanza tra i popoli e anche inno dell’Europa unita. Stasera si replica per le maestranze e per i 1200 fortunati cittadini, vincitori dei biglietti dell’evento. Prossimi appuntamenti per assaporare il nuovo Petruzzelli saranno quelli del 25 ottobre con “Sogno di una notte di mezz’estate” di Britten con la regia di Daniele Abbado e il giorno di Tutti i Santi con il gran galà di danza dell’étoile Eleonora Abbagnato. Il giorno di San Nicola, invece, ci sarà l’inaugurazione della stagione e nel 2010, a maggio, il balletto del Teatro Bolshoi di Mosca proporrà il celebre “Il lago dei cigni” di Tchaikovsky. Una resurrezione in grande stile.

Foto da:  http://bari.repubblica.it/multimedia/home/3853610/1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*