Print Friendly, PDF & Email

c.200.150.16777215.0..articoli.2009_10.piercing_lingua[1]

Aveva soli 19 anni, viveva in Israele ed è morto a causa  di un piercing alla lingua; una terribile tragedia che poteva benissimo essere evitata.

Una cruda verità intorno alla quale ruotano sempre più storie analoghe purtroppo.

Il ragazzo è stato ricoverato al Rambam Hospital di Haifa in gravissime condizioni, ma non ce l’ha fatta, è deceduto nonostante terapie antibiotiche avanzate.

La causa del decesso sembrerebbe essere attribuita ad una serie  di ascessi che a causa del piercing, si sarebbero estesi dalla bocca si al cervello.

Il tutto sarebbe stato generato da un’infezione. Una sciocca moda o in altri casi anche una filosofia di vita o ancor più un modo banale ed adolescenziale di apparire al mondo esterno, ai coetanei, lo ha portato a morire, precocemente e ingiustamente: sarebbe stato anche senza piercing, il ragazzo di sempre ma evidentemente motivazioni più superficiali, hanno fatto prevalere in lui il desiderio estetico.

Il giovane, che lavorava per l’esercito, era stato ricoverato  per oltre un mese, ma a nulla erano servite le terapie antibiotiche a cui era stato sottoposto; quando è arrivato in ospedale, parte del suo tessuto cerebrale era già  stato compromesso dall’infezione.

Studi dettagliati rivelano che un paziente su cinque rischia di compromettere la salute dell’apparato orale, sottoponendosi all’inserimento di un piercing in bocca; il minimo che si rischia è un’infezione, al massimo si può arrivare anche a morire, ma per il resto il piercing fa trendy.

Se ci si stanca della moda da piercing, ci si può liberare di quest’oggetto appuntito e inutile che trafora una o più parti del corpo ma nonostante l’asportazione, si rischia addirittura di restare più sensibili ed esposti ad infezioni oltreché, se in bocca come in questo caso, la perdita di denti.

I professionisti del piercing contestano l’allarmismo. Il minimo, per tutti coloro che vengono assaliti dalla voglia di trasgredire e forarsi è prendere le giuste precauzioni e rivolgersi a centri specializzati anche se costosi, cercando per lo meno di evitare danni a sé stessi e se possibile tragedie come quella consumatasi in queste ore di cui vittima è un giovanissimo di soli 19 anni. 

 Fonte: www.ilgiornalediragusa.it

 Immagine tratta dal sito: www.ilgiornalediragusa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*