Serie A: Inter e Juventus devastanti, Milan sprecone

Print Friendly, PDF & Email

amauriE’ stata una decima giornata piena di reti e di emozioni quella che ha contraddistinto il secondo turno infrasettimanale della stagione, con la capolista Inter che ha dato, ancora una volta, una grande dimostrazione di forza, strapazzando, in modo più netto di quanto non dica il punteggio, il malcapitato Palermo. Primo tempo sontuoso degli uomini di Mourinho, che hanno dominato in lungo ed in largo, grazie ad una splendida prestazione del collettivo, ed in particolar modo di Eto’o e di Balotelli, entrambi autori di una doppietta a testa. Nella ripresa, complice anche un prevedibile rilassamento dei padroni di casa, gli uomini di Zenga sono riusciti a riaprire la partita con una doppietta di Miccoli e con una rete sotto misura del neo-entrato Abel Hernandez, prima di essere infilzati per la quinta volta, nel finale, da un guizzo del rientrante Milito. Non c’è stata completamente storia, invece, nella sfida che doveva determinare la vera rivale dell’Inter, con  una strepitosa Juventus che ha dilagato ai danni di una irriconoscibile Sampdoria. Davvero impeccabile la prestazione sfoderata dai bianconeri, in cui Amauri, schierato come unica punta e ben supportato da Giovinco, Diego e Camoranesi, ha fatto la parte del leone, realizzando una doppietta, mentre per i blucerchiati di Del Neri si tratta della seconda sconfitta in campionato (curiosamente maturate, entrambe, nei due turni infrasettimanali sinora disputati). Vibrante pareggio, maturato al San Paolo, tra Napoli e Milan, al termine di una partita dall’andamento incredibile, con i rossoneri abili a piazzare, dopo appena 5 minuti di gioco, un micidiale uno-due con Inzaghi e Pato, che sembrava spianare loro la strada verso la terza vittoria consecutiva in campionato. Ma i partenopei, letteralmente trasformati da quando Mazzarri ha preso il posto di Donadoni, non si sono mai perduti d’animo, costringendo Dida a fare gli straordinari con dei miracolosi interventi, e riuscendo ad acciuffare un miracoloso pareggio, negli ultimissimi minuti di gioco, grazie ad uno splendido tiro al volo di Cigarini e ad un preciso di colpo di testa di Denis. Emozioni e spettacolo anche al Luigi Ferraris tra Genoa e Fiorentina in una gara che metteva di fronte due squadre reduci entrambe da due sconfitte consecutive. Alla fine l’hanno spuntata i grifoni di Gasperini, in rete con una splendida esecuzione di tacco di Palladino e con una deviazione sotto misura di Mesto, ma i viola, che sono riusciti a concretizzare solo in un’occasione la gran mole di gioco costruita, grazie ad un diagonale vincente di Marchionni, hanno molto da recriminare, visto che, in ben due circostanze, sono stati i legni a salvare Amelia, sulle conclusioni di Montolivo e di Gamberini. Tempi durissimi per le squadre romane, ancora una volta uscite sconfitte, ed entrambe tristemente relegate in una posizione di classifica abbastanza scomoda. La Roma ha dovuto incassare la sua terza battuta d’arresto consecutiva, facendosi superare da un’Udinese, a sua volta, reduce, anch’essa, da un momento negativo, caratterizzato da tre stop di fila. Grande mattatore della serata è stato l’attaccante Floro Flores, autore di una doppietta, che ha regalato ai friulani una vittoria meritata, per il gioco e per le occasioni create, mentre ai giallorossi di Ranieri non è bastata la rete dell’illusorio pareggio, siglata da capitan De Rossi, uno dei pochi a metterci sempre il cuore. E’ andata ancora peggio alla Lazio, contestata, durante la settimana e a fine partita, dai suoi tifosi, e sconfitta in casa da un attento e ordinato Cagliari, alla sua terza vittoria esterna stagionale. Davvero pessima la prestazione della squadra di Ballardini, apparsa involuta nel gioco e resasi pericolosa solo con qualche accelerazione di Kolarov e di Zarate, mentre i sardi, soprattutto nel secondo tempo, hanno tenuto in mano le redini dell’incontro, riuscendo a conquistare l’intera posta in palio, grazie ad un guizzo sotto porta di Matri, abile ad approfittare di una macroscopica papera di Muslera. Con la vittoria interna ottenuta contro il Bari al Tardini, il Parma si candida sempre più al ruolo di sorpresa del campionato. Dopo un primo tempo privo di emozioni, i ducali di Guidolin sono riusciti, nella ripresa, a sfondare, grazie a due autentiche prodezze realizzate da Bojinov e da Paloschi, che hanno costretto i pugliesi ad incassare la loro prima sconfitta esterna stagionale. Così come il Cagliari, anche il Chievo ha ottenuto la sua terza vittoria esterna stagionale, superando al Massimino un deludente Catania. La squadra di Di Carlo, reduce da due sconfitte interne consecutive, ed in gol con Mantovani e con Marcolini (quest’ultimo resosi protagonista, anche, in negativo, con un errore dal dischetto), ha meritatamente conquistato i tre punti contro i padroni di casa, che, ad eccezione del rigore del momentaneo pareggio trasformato da Mascara, hanno davvero fatto poco per aggiudicarsi l’incontro. Da segnalare, infine, due importanti successi in chiave salvezza: quello del Bologna di Colomba, che, con gli acuti di Adailton (per il brasiliano all’attivo anche due traverse colpite su punzione) e di Osvaldo, ha superato il Siena, a cui non è bastata la rete siglata nel finale da Calaiò, e la cui settima sconfitta stagionale è costata l’esonero al tecnico Giampaolo; e quello del Livorno, alla sua seconda vittoria consecutiva con l’avvento di Serse Cosmi in panchina, che ha piegato di misura l’Atalanta, grazie ad una clamorosa incertezza del portiere orobico Consigli, che si è lasciato sfuggire un non irresistibile colpo di testa di Miglionico, infliggendo, così, il primo dispiacere stagionale al tecnico dei bergamaschi Antonio Conte.

Nella foto: Amauri, autore ieri di una travolgente doppietta (foto tratta dal sito www. sport.it)

RISULTATI 10a GIORNATA

Bologna – Siena 2-1: 16′ Adailton (B), 59′ Osvaldo (B), 87′ Calaiò (S)

Catania – Chievo 1-2: 32′ Mantovani (Ch), 42′ rig Mascara (Ca), 70′ Marcolini (Ch)

Genoa – Fiorentina 2-1: 43′ Palladino (G), 63′ Marchionni (F), 73′ Mesto (G)

Inter – Palermo 5-3: 7’ rig. Eto’o (I), 33’ Balotelli (I), 42’ Balotelli (I), 43’ Eto’o (I), 48’ Miccoli (P), 61’ Hernandez (P), 67’ Miccoli (P), 83’ Milito (I)

Juventus – Sampdoria 5-1: 26’ Amauri (J), 42’ Chiellini (J), 50’ Camoranesi (J), 62’ Amauri (J), 65’ Pazzini (S), 88’ Trezeguet (J)

Lazio – Cagliari 0-1: 50′ Matri

Livorno – Atalanta 1-0: 68′ Miglionico

Napoli –Milan 2-2: 2′ Inzaghi (M), 5′ Pato (M), 90′ Cigarini (N), 93′ Denis (N)

Parma – Bari 2-0: 57′ Bojinov, 66′ Paloschi

Udinese – Roma 2-1: 21′ Floro Flores (U), 42′ De Rossi (R), 84′ Floro Flores (U)

CLASSIFICA

Inter 25,  Juventus 21,  Sampdoria 20,  Parma 17,  Genoa 16,  Milan 16,  Fiorentina 15,  Palermo 15, Bari 14,  Chievo 14,  Napoli 14,  Udinese 14,  Cagliari 13,  Roma 11,  Lazio 10,  Atalanta 9, Bologna 9, Livorno 9, Catania 7, Siena 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*