Serie A: l’Inter frena, Juve e Milan si fanno sotto

Print Friendly, PDF & Email

crespoSe appena una settimana fa si parlava di fuga, ci ha pensato questa 12a giornata a smentire qualsiasi discorso fatto, grazie al mezzo passo falso della capolista Inter, che non è andata oltre il pareggio, contro un’orgogliosa Roma, interrompendo così la striscia di cinque vittorie consecutive. Dopo un primo tempo giocato meglio dai giallorossi, portatisi in vantaggio grazie ad un bel colpo di testa di Vucinic, nella ripresa i nerazzurri, rinvigoriti dagli ingressi di Sneijder, Balotelli e Cambiasso, sono scesi in campo con un altro piglio, pervenendo subito al pareggio con un bel diagonale di Eto’o, ma non riuscendo, poi, a piazzare la stoccata vincente, per aggiudicarsi un match che gli uomini di Ranieri non meritavano, comunque, di perdere. Grazie a questo risultato, sorride la Juventus, che nell’anticipo serale del Sabato, è tornata alla vittoria, travolgendo la malcapitata Atalanta e rosicchiando, così, in classifica, due punti alla squadra di Mourinho. I bianconeri, trascinati da una doppietta dello scatenato Camoranesi, sono stati davvero micidiali in attacco, andando a nozze contro gli orobici di Conte, a dir poco imbarazzanti nel reparto difensivo. Continua il momento magico del Milan, che ha conquistato la sua quarta vittoria nelle ultime 5 partite, superando una Lazio ormai sempre più in crisi irreversibile. I rossoneri hanno archiviato la pratica già nel primo tempo, grazie a due colpi di testa vincenti di Thiago Silva e di Pato che hanno stordito i biancocelesti, ai quali non è bastato un ottimo Zarate (autore, tra l’altro, del tiro che ha causato l’autorete di Thiago Silva) per evitare l’ennesima sconfitta, che fa traballare sempre di più la panchina di Ballardini. Preziosissimo successo esterno per la Fiorentina che, pur dimezzata dalle numerose assenze, è riuscita, ad aver la meglio su una pallida Udinese, grazie ad una punizione vincente di Vargas, leggermente deviata nella propria porta dal difensore friulano Pasquale. Tre punti preziosi in ottica Champions League per i viola, che sono riusciti ad agganciare in classifica la Sampdoria, superata dal Cagliari, che ha sfruttato l’espulsione comminata al doriano Stankevicius, per far suo l’incontro, negli ultimi minuti di partita, con le reti di Conti e di Matri. Per i blucerchiati, che hanno conquistato un punto nelle ultime 3 partite, la sosta arriva a puntino per riprendersi dopo un periodo di appannamento mentre per i sardi si tratta della quarta vittoria consecutiva, che li proietta ora nella parte medio alta della classifica. Se una parte di Genova piange, ce n’è un’altra che, invece, sorride, dopo il convincente successo del Genoa contro il fanalino di coda Siena. Grandi protagonisti del match sono stati gli argentini Crespo e Palacio, il primo autore di una doppietta ed il secondo ispiratore delle prime tre reti rossoblù, che hanno praticamente chiuso l’incontro, anche se nella ripresa i toscani hanno approfittato di un calo di concentrazione dei grifoni per rientrare temporaneamente in partita prima del gol finale di Floccari. Continuano a stupire, invece, il Parma, vittorioso in casa contro il sempre ostico Chievo, grazie alle reti di Zaccardo e di Lanzafame, ed il sorprendente Bari di Ventura, al quale è bastata una punizione vincente di Allegretti per sbarazzarsi del Livorno di Cosmi. Nulla di fatto tra Catania e Napoli, al termine di una partita che ha visto gli etnei dominare a livello di gioco ma sciupare sistematicamente sotto porta le diverse occasioni da rete costruite, mentre i partenopei sono apparsi sotto tono e lontani parenti della bella squadra che, appena una settimana fa, si era permessa il lusso di vincere in casa della Juve. Da segnalare, infine, in chiave salvezza, la importante vittoria del Bologna contro uno sbiadito Palermo, grazie ai primi gol stagionali di Zalayeta ed al sigillo del solito Di Vaio. Tre punti preziosissimi, che danno ossigeno ai felsinei, mentre per i rosanero di Zenga, che hanno conquistato solo un punto nelle ultime 3 partite, sarà necessario invertire subito la rotta, visto che, dopo la sosta, li attenderà al Barbera il sentitissimo derby contro il Catania che rievoca ancora brutti ricordi dopo lo 0-4 della scorsa stagione.

Nella foto: Hernan Crespo, autore di una doppietta (foto tratta dal sito www. corrieredellosport.it)

RISULTATI 12a GIORNATA

Atalanta-Juventus 2-5 [36’ e 37’ Camoranesi (J), 51’ Valdes (A), 55’ Felipe Melo (J), 70’ Ceravolo (A),85’ Diego (J), 87’ Trezeguet (J)

Bari-Livorno 1-0 [5′ Allegretti]
Bologna-Palermo 3-1 [42′ Zalayeta (B), 45′ Kjaer (P), 49′ Zalayeta (B), 93′ Di Vaio (B)]
Cagliari-Sampdoria 2-0 [82′ Conti, 85′ Matri]

Catania-Napoli 0-0
Genoa-Siena 4-2 [2′ e 18′ Crespo (G), 35′ Palladino (G), 80′ Paolucci (S), 82′ Maccarone (S), 90′ Floccari (G)]

Inter-Roma  1-1 [13’ Vucinic (R), 48’ Eto’o (I)
Lazio-Milan 1-2 [21′ Thiago Silva (M), 35′ Pato (M), 64′ aut. Oddo (L)]
Parma-Chievo 2-0 [41′ Zaccardo, 72′ Lanzafame]
Udinese-Fiorentina 0-1 [84′ Vargas]

CLASSIFICA

Inter 29, Juventus 24, Milan 22, Fiorentina 21, Sampdoria 21, Parma 20, Genoa 20,

Cagliari 19, Napoli 18, Bari 18, Palermo 16, Chievo 15, Udinese 15, Roma 15, Bologna 12,

Lazio 11,  Atalanta 9, Livorno 9, Catania 8, Siena 6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*