Print Friendly, PDF & Email

cultura[1]

Una missione quella di insegnare ai più giovani che privi di esperienza e consapevolezza soprattutto, si avviano ad intraprendere il loro percorso di vita, secondo quanto rilascia in un’intervista il Prof. C. Bruno, docente di chimica alimentare,  al Quindicinale “Qui Trento”.

Un insegnante che dopo essere andato in pensione, concludendo il suo excursus educativo, non è riuscito a staccarsi dalla didattica e si è reinventato editorialista alimentare.

Un vero e duro mestiere quello dell’insegnante afferma il docente, che sognava da giovane di intraprendere la professione dell’insegnante con dedizione e di diventare una persona istruita; un’arte, quella dell’insegnamento, rivelatrice di rapporti e relazioni umani  soprattutto quando il confronto avviene con i giovani.

Amare e credere nel proprio lavoro: proprio come ha fatto per anni ed anni il Prof. C. Bruno che vede l’insegnamento come un piacere più che come una professione a scopo remunerativo; dedicare tempo agli altri  corrisponde al dedicare tempo a se stessi e al proprio essere e lui sostiene che,  nella vita di un uomo è fondamentale dare anche voce e spazio al proprio essere dedicandosi alle altrui esigenze attraverso ciò che si ama di più praticare.

Un messaggio che possiede una vena morale molto utile  ed educativa quello avanzato  dal Prof. C. Bruno, soprattutto in questo momento che sulle tematiche di scuola ed insegnamento, ci si dedica usando toni alquanto scottanti, critici e negativi. 

Fonte:  Quindicinale “Qui Trento”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*