Un presidente USA in Cina, 37 anni dopo

Print Friendly, PDF & Email

obama 5

La visita di Obama,la più importante di quelle dei paesi del Pacifico è terminata:  dopo aver visitato qualche luogo celebre, parte per  la Corea del sud.

I media cinesi hanno dato una spazio eccezionale  alla  visita dedicandovi, per tre giorni, la maggior parte del loro spazio dopo averla preparata adeguatamente nei giorni precedenti: la risonanza, a quanto pare, è stata enorme in tutta la Cina.

Alcuni pero notano che i risultati conseguiti sono modesti  se non proprio deludenti: questo è anche vero ma bisogna  tener  conto che un tale genere di avvenimenti   hanno una valore storico che si manifesterà, eventualmente negli anni futuri e non può essere commisurato con i risultati immediati.

Nixon visito la Cina 37 anni fa e anche in quella occasione  non si  ebbero  risultati immediati: tuttavia apparve chiaro il superamento della dottrina maoista di scontro frontale con la l’America definita la”tigre di carta” nel Libretto Rosso. Ci volle, però, un decennio perche la Cina si aprisse effettivamente al mondo esterno per la prima volta nella sua millenaria storia.

La Cina di oggi è radicalmente  diversa da quella di Nixon nel 1972: allora era un paese poverissimo, disastrato in ogni senso dalla  “Rivoluzione culturale”. Oggi invece la Cina  manifesta il più alto tasso di sviluppo del mondo, si pone come concorrente dell’Occidente, tende a sostituirlo anche nei  paesi dell’Asia , del’Africa, dell’America Latina con una politica accorta e aggressiva.

Molti osservatori pensano che la visita  di Obama segni un specie di duepolio  fra America e Cina  nella conduzione del mondo. Effettivamente orama i grandi problemi internazionali  da quelli economici a quelli del terrorismo non si possono risolvere senza il contributo cinese: non crediamo però che la Cina possa volgere lo stesso  ruolo di alternativa che l’URSSS ricopri per oltre 40 anni nel periodo della guerra fredda.

Ma certo è una potenza che  il  mondo non potrà ignorare e con la quale bisognerà fare comunque i conti.

——-

Dal Remnin Ribao: Obama incontra studenti a Shanghai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*