Asta bollente per gli oggetti di Michael Jackson

Print Friendly, PDF & Email

moonwalkerCH50604_468x550Gli oggetti di una pop star di fama mondiale sono già  pezzi interessanti quando questa è in vita ma poi dopo la sua morte il loro valore assume proporzioni stellari.

Abbiamo visto queste scene diverse volte nella storia e per Michael Jackson non poteva essere diverso.

In una sala dell’Hard Rock Café di Manhattan la Julien’s Auction ha messo in vendita oggetti appartenenti alle ‘Icone della Musica’: Michael Jackson, Elvis Presley, James Brown, Curt Kobain  e molti altri. Ma sono stati soprattutto gli oggetti di Jacko, quelli che hanno reso l’asta bollente, sia in sala sia on-line, dato che si poteva partecipare via Internet ed anche per telefono.

Il guanto indossato dal Re del Pop nel 1983 quando eseguì il primo Moonwalk in occasione del 25° anniversario della Motown è stato venduto all’asta per 350.000 dollari, un prezzo che sale a 420.000 dollari includendo la commissione ma senza contare le tasse. La giacca utilizzata da Jackson durante il tour ‘Bad’ è stata invece venduta per 225.000 dollari: ad acquistarla un americano presente in sala che nel corso dell’evento, ha speso quasi 500.000 dollari fra i cimeli di Jackson e chitarre appartenute ad altre stelle della musica.

Prima dell’asta, la Juliens’ Auction aveva stimato in 80.000-100.000 il valore degli oggetti in vendita di Jackson, ma i prezzi battuti per alcuni cimeli sono risultati 20-30 volte superiori alle attese. Il primo lotto presentato, un quadro dei Jackson 5, è stato aggiudicato per 5.500 dollari. I costumi di Jermaine e Marlon Jackson sono stai ceduti rispettivamente per 6.000 e 1.200 dollari.

Una lettera di Jackson e una sua sciarpa autografata sono finite in Giappone, a un acquirente che ha messo sul piatto 5.000 dollari. I disegni effettuati dal Re del Pop sono stati venduti a cifre 10-20 veolte superiori alle attese: uno schizzo di Charlie Chaplin effettuato dal Re del Pop durante un soggiorno a New York è stato battuto all’asta per 26.000 dollari, ad aggiudicarselo un acquirente di Hong Kong. Il disegno di Topolino è invece andato a una signora seduta in prima fila all’Hard Rock Café e accompagnata da tutta la famiglia: sul piatto ha messo 45.000 dollari. La lettera in cui Jackson ha riportato alcune battute del brano ‘Beat it’ è stata ceduta per 50.000 dollari, mentre lo scalpo della dentiera da vampiro utilizzata dal Re del Pop nel video ‘Thriller’ è stata venduta per 16.000 dollari.

L’abito indossato dal Re del Pop nel corso della sua ultima performance all’Apollo Theatre di New York è stato venduto a 170.000 dollari. Prima di Jackson sono stati venduti oggetti appartenenti ad altre icone della musica: il giubbotto indossato da Elvis Presley in ‘Speedway’ è stato venduto per 16.000 dollari, mentre il suo anello con diamanti e un rubino per 11.000 dollari. Un biglietto di ingresso a Woodstock è stato battuto all’asta per 8.500 dollari, mentre un abito di John Lennon per 10.000 dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*