Udienza preliminare disertata dalla sorellastra di Denise

Print Friendly, PDF & Email

48ca1d6bdcf05_zoom[1]

La sorellastra di Denise Pipitone diserta l’udienza preliminare  relativa al rapimento della piccola Denise, scomparsa da Mazara Del Vallo nel lontano Maggio 2004;  l’udienza si sarebbe tenuta oggi 24 Novembre 2009 al Palazzo di Giustizia di Marsala.

Jessica Pulizzi, oggi 22enne, ai tempi del rapimento era minorenne, è accusata del rapimento della piccola Denise; oggi ha disertato l’udienza, non presentandosi in tribunale; ha motivato la sua assenza sostenendo che questa vicenda che ruota attorno alla scomparsa della sorellastra, in questo  momento è troppo seguita dai mass media e non si sarebbe sentita di affrontare l’ingresso in Palazzo di Giustizia con serenità e calma.

Questa dichiarazione da parte della giovane, ha mandato su tutte le furie la mamma di Denise, Piera Maggio, rimasta sconcertata dal gesto di Jessica;  Piera sostiene che questo atteggiamento è una conferma della sua colpevolezza; se non avesse avuto nulla da temere, non avrebbe avuto esitazioni a presentarsi.

Anche Piera Maggio, insieme al padre di Denise, Piero Pulizzi, si aspettava di vedere presente in aula Jessica; entrambi si sono costituiti parte civile accusando Jessica del rapimento della sorella.

Jessica Pulizzi, dovrà rispondere delle accuse di sequestro di minore, mentre l’ex  fidanzato Gaspare Ghaleb, risponderà delle accuse di falsa testimonianza al Pubblico Ministero.

Una forte speranza  per i genitori di Denise che collima ad una concreta possibilità di rivedere viva  la piccola,  dopo 5 lunghi e disperati anni.

Vogliono la verità ed è giusto conoscere i fatti;  i colpevoli dell’ accaduto,  dovranno  pagare in modo adeguato per avere sottratto ad una bambina la possibilità di vivere serena la sua tenera età.

Fonte: www.quotidiano.net

Immagine tratta dal sito: www.immaginigoogle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*