Champions League: Fiorentina ok…e poco altro

Print Friendly, PDF & Email

vargasPoche luci e tante ombre nella quinta giornata di Champions League per le squadre italiane, che, nel complesso, non hanno ripetuto i buoni risultati dei turni precedenti. Iniziando dalle note dolenti, nel GIRONE F, ha destato molta perplessità la pessima prestazione dell’Inter, che è stata surclassata, al Nou Camp, dal Barcellona, ben al di là del risultato finale. Ai catalani è bastato un primo tempo giocato a ritmi eccezionali per chiudere la pratica dopo soli 26 minuti, grazie alle reti di Pique e di Pedro, che non hanno lasciato scampo ai nerazzurri, i quali, a loro volta, hanno sempre dato l’impressione di essere nettamente inferiori ai padroni di casa in ogni zona del campo. L’unica buona notizia per la squadra di Mourinho è venuta dal pareggio interno del Rubin Kazan contro la Dinamo Kiev, un risultato che offre all’Inter la possibilità di qualificarsi anche con un pareggio per 0-0 o per 1-1, purchè il Barcellona non incappi in un’improbabile sconfitta a Kiev. Non è andata, certamente, meglio, nel GIRONE A, alla Juventus, che è stata seccamente sconfitta dal Bordeaux, già qualificato, al termine di una partita giocata davvero male dai bianconeri, che non sono quasi mai riusciti a rendersi pericolosi. Ne hanno così approfittato i francesi per far valere la loro superiorità atletica e per piazzare, nella ripresa, l’affondo decisivo, grazie a due colpi di testa vincenti di Menegazzo e di Chamakh. Adesso, a causa della vittoria interna di misura del Bayern ai danni del dignitoso Maccabi Haifa, gli uomini di Ferrara, per conquistare la qualificazione, dovranno cercare, nell’ultima giornata, di non perdere nello scontro diretto contro i tedeschi, in programma all’Olimpico di Torino. Ci si aspettava qualcosa di più, nel GIRONE C, anche dal Milan, che non è andato oltre il pari interno contro il Marsiglia, rischiando, anzi, seriamente nel finale, di consegnare l’intera posta in palio ai francesi, che hanno colpito ben due legni e che sono riusciti ad impattare, con Lucho Gonzalez, il vantaggio iniziale dei rossoneri, siglato, ad inizio primo tempo, da Borriello. Grazie alla vittoria casalinga ai danni dello Zurigo, il Real Madrid ha strappato il primato del girone alla squadra di Leonardo, alla quale, però, basterà vincere in Svizzera per strappare il pass per gli ottavi. L’unica squadra italiana che, invece, ha potuto festeggiare in anticipo la qualificazione è la sorprendente Fiorentina che, nel GIRONE E, malgrado le tante assenze, è riuscita a piegare di misura il già qualificato Lione, grazie ad un rigore trasformato da Vargas nel primo tempo. E’ stata una prestazione molto generosa quella dei viola che, dopo aver giocato un gran bel primo tempo, hanno sofferto tantissimo, nella ripresa, i costanti attacchi dei francesi, trovando, però, in Frey un baluardo insuperabile e rendendo così inutile il successo del Liverpool in casa del Debrecen. Dando un rapido sguardo agli altri gironi, nel GIRONE B, il già qualificato Manchester United si è fatto sorprendere in casa dai turchi del Besiktas mentre il Cska Mosca continua a sperare nella qualificazione dopo essersi aggiudicato lo scontro diretto contro il Wolfsburg. Il Chelsea, nel GIRONE D, si è aggiudicato, in trasferta, il confronto valido per il primato del girone contro il Porto mentre è finita in parità la sfida tra Apoel Nicosia e Atletico Madrid, che aveva interesse solo in chiave Europa League. Inaspettata sconfitta, nel GIRONE G, del già qualificato Siviglia, sul campo dei sorprendenti romeni dell’Unirea Urziceni, ai quali, adesso, per ottenere una clamorosa qualificazione, basterà non perdere in casa dello Stoccarda, a sua volta, corsaro, all’Ibrox Park, contro i Rangers Glasgow. Nel GIRONE H, infine, l’Arsenal ha suggellato il primato, sbarazzandosi, senza problemi, dello Standard Liegi mentre l’Olympiakos Pireo ha strappato un prezioso punto esterno, in chiave qualificazione, in casa dell’ Az Alkmaar.

Nella foto: Juan Manuel Vargas, autore del rigore-qualificazione per la Fiorentina (foto tratta dal sito www.cdn.peru.com)

RISULTATI E CLASSIFICHE 5a GIORNATA

Girone A

Bayern Monaco – Maccabi Haifa 1-0
62° Olic
Bordeaux – Juventus 2-0
54° Menegazzo, 90°+4 Chamakh

Bordeaux 13
Juventus 8
Bayern Monaco 7
Maccabi Haifa 0

Girone B

Cska Mosca – Wolfsburg 2-1
18° Dzeko (W), 57° Necid (C), 66° Krasic (C)
Manchester United – Besiktas 0-1
20° Tello

Manchester United 10
Wolfsburg 7
Cska Mosca 7
Besiktas 4

Girone C

Milan – Marsiglia 1-1
10° Borriello (M), 16° Lucho Gonzalez (OM)
Real Madrid – Zurigo 1-0
21° Higuain

Real Madrid 10
Milan 8
Marsiglia 7
Zurigo 3

Girone D

Apoel Nicosia – Atletico Madrid 1-1
5° Mirosavljevic (AN), 61° Simao (AM)
Porto – Chelsea 0-1
69° Anelka

Chelsea 13
Porto 9
Atletico Madrid 3
Apoel Nicosia 2

Girone E

Fiorentina – Lione 1-0
28° Vargas (Rig.)
Debrecen – Liverpool 0-1
4° N’Gog

Fiorentina 12
Lione 10
Liverpool 7
Debrecen 0

Girone F

Rubin Kazan – Dinamo Kiev 0-0
Barcellona – Inter 2-0
10° Pique, 26° Pedro

Barcellona 8
Inter 6
Rubin Kazan 6
Dinamo Kiev 5

Girone G

Glasgow Rangers – Stoccarda 0-2
16° Rudy, 60° Kuzmanovic
Unirea Urziceni – Siviglia 1-0
45° Dragutinovic (Aut.)

Siviglia 10
Unirea Urziceni 8
Stoccarda 6
Glasgow Rangers 2

Girone H

Arsenal – Standard Liegi 2-0
35° Narsi, 45°+2 Denilson
Az Alkmaar – Olympiacos Pireo 0-0

Arsenal 13
Olympiakos Pireo 7
Standard Liegi 4
Az Alkmaar 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*