Ancora una sconfitta per la Passalacqua Ragusa

Print Friendly, PDF & Email

Per la nona giornata di andata del campionato di basket di serie A2 femminile, sabato sera al Palapadua era di scena, ospite in terra iblea, la forte formazione della Ceprini Costruzioni Orvieto, seconda in classifica generale e neo matricola così come la compagine di casa.

Non basta una Passalacqua Spedizioni tutta anima e cuore per far propria la partita contro le aggressive ragazze di coach Bondi, combattendo con tenacia contro la più quotata formazione umbra e cedendo solo negli ultimi minuti di gara.

I parziali di questa partita ne sono la testimonianza, con la squadra di coach Leggio che parte con l’acceleratore pigiato al massimo e che mette subito in difficoltà le umbre, con Zerella a canestro e con 4 punti di Betty Linguaglossa e ancora con cinque triple consecutive rispettivamente di Fazio, Cabibbo, Linguaglossa e per due volte di seguito Cabibbo ancora.

Mette paura l’avvio delle iblee alla panchina di Orvieto che in svantaggio da subito, riesce comunque a rintuzzare il gap e a chiudere il primo parziale sul 23 -20 per le ragusane.

Leggio e Sgarlata hanno studiato nei minimi dettagli le caratteristiche della squadra avversaria che fa della velocità di gioco e del ritmo e dell’ intensità i veri punti di forza, oltre ad una precisione al tiro delle sue giocatrici veramente invidiabile; ed è proprio grazie a queste peculiarità che la formazione in casacca blu riesce a contrastare la veemenza delle iblee oggi più che mai convinte di voler vincere la partita di fronte al proprio pubblico.

Così è stato tutto un lavorìo delle difese, impegnate in tutti i modi ad arginare le rispettive azioni offensive. Calamai, Yordanova e Consoli le più pericolose nella squadra di Orvieto e la difesa schierata da coach Leggio che in qualche modo cerca di fermarne le incursioni, mentre Linguaglossa, Zerella e compagne cercano di bucare la retina avversaria.

E’ un alternarsi di giocate dall’una e dall’altra parte, ad un ritmo elevatissimo, che vede le due formazioni fronteggiarsi punto a punto; 14-19 e 15-14 è il risultato dei parziali che portano le squadre agli ultimi 10 minuti di partita sul punteggio di 52-53 e con tanta incertezza in entrambe le panchine.

La stanchezza affiora evidente sul volto delle giocatrici e le ragazze della Passalacqua Spedizioni sembrano fiduciosi in un risultato positivo, certamente sperato anche se in parte inaspettato, ma non per caso, considerando la forza delle avversarie e visto che comunque le iblee hanno fino a quel punto giocato una buona partita.

Il quarto tempino ha dell’incredibile; il grosso lavoro delle difese e qualche errore di troppo in fase offensiva, portano le due squadre a 5 minuti dal termine ad un 0-0 di parziale; Zerella combatte caparbiamente sotto le plance e Cabibbo e Linguaglossa sono le uniche in grado di mettere la palla dentro il canestro, ma la lucidità è al lumicino e il tiro impreciso, mentre dall’altra parte del campo alle umbre riesce tutto più semplice.

A meno di 3 minuti dal termine le squadre sono ancora sul 55-55, ma da qui in poi la Passalacqua si spegne e le laziali con Calamai  e una bomba di Yordanova allungano di quel tanto, 7 punti al suono della sirena, per aggiudicarsi l’incontro.

Un vero peccato per le ragusane, un’occasione sprecata per portarsi avanti in classifica generale; lasciano il Palapadua con l’amaro in bocca, per una partita giocata veramente col cuore e sfuggita di mano solo nelle battute finali.

Adesso la Passalacqua Spedizioni è attesa sul campo del Pomezia, squadra alla portata delle ragusane, giorno 6 dicembre alle 16.30.

E’ chiaro che si va per vincere, è indispensabile più che mai portare punti a casa!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*