Iran: il Grande Ayatollah Montazeri è morto

Print Friendly, PDF & Email

montazeri _5

Il Grande Ayatollah Hossein Ali Montazeri è morto a Qom a 87 anni . Pochi pero in Occidente sanno chi fosse ma egli è stata  una figura centrale della storia della repubblica islamica  dell’Iran.
Il termine “Grande Ayatollah”, usato solo per lui, indica il massimo grado nella gerarchia degli studiosi sciiti: nel campo della dottrina religiosa  ebbe prestigio superiore a quello dello stesso Khomeini. Fu uno dei teorici della Repubblica  Islamica e avrebbe  dovuto essere il successore di Khomeini  nella carica di Guida Suprema: poichè pero egli si era opposto agli eccessi  sanguinari della repressone fu emarginato e messo per qualche tempo agli arresti domiciliari ma nemmeno Khomeini osò andare oltre. Pero Khomeini indicò come successore,al suo posto, Khamenei, l’attuale Guida Suprema che era persona piuttosto modesta in campo teorico ma fedele esecutore delle  sue  direttive: la designazione, poi accettata alla sua morte dall’assemblea dei 70 esperti religiosi,  ha lasciato sempre piuttosto critici   gli studiosi di Qom.

Montazeri si era ritirato dalla politica attiva ma continuava ad avere un grande ascendente  ed è stato il punto di riferimento spirituale dell’attuale movimento  di protesta contro la elezioni.

La sua morte quindi è un colpo per il campo riformista. Fu contrario alla commistione fra religione e politica che per altro è estranea anche alla tradizione millenaria degli sciiti. Era solito dire che la religione debba essere separato dalla politica, perché in questo modo, siamo in grado di mantenere l’integrità della religione.

Le autorità hanno sempre cercato di emarginarlo accusandolo anche di essere in contatto   con i terroristi anti islamici dei “Mujahedin del popolo”, una organizzazione di ispirazione comunista: ma nessuno seriamente crede a una accusa del geenere.

Per un maggiore approfondimento vedi:

IRAN : DA KHOMEINI AD AHMADINEJAD  http://cronologia.leonardo.it/storia/mondiale/iran001.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*