Rivolte all’aeroporto Valerio Catullo di Verona

Print Friendly, PDF & Email

coperture1Abig(3)

Disagi e rivolte da parte di passeggeri  all’interno dell’aeroporto Valerio Catullo di Verona.

Causa maltempo, neve, piogge fitte e condizioni climatiche davvero impressionanti che hanno investito tutta la penisola e la maggior parte delle regioni del nord Italia, anche l’aeroporto Valerio Catullo di Verona ha subito numerosi ritardi di voli e addirittura cancellazioni che hanno indotto molti passeggeri a pernottare, arrangiandosi in tutti i modi, all’interno dello stesso Valerio Catullo.

L’aeroporto durante queste ore di trambusto e disagio si è tramutato in un vero tendone al coperto; non è stato facile per i molti utenti, trovare modo di adattarsi alla situazione; passare ore ed ore sulle scomode sedie della sala d’attesa, creandosi ognuno un piccolo giaciglio per potere riposare e attendere l’ora x; ancora maggiori difficoltà per le famiglie con bambini che richiedono maggiori esigenze e attenzioni.

Tra la folla intrepida, ha particolarmente dato nell’occhio  un gruppo di reduci passeggeri il cui volo Meridiana è stato cancellato lunedì 21 Dicembre; fino ad oggi, sono  trascorsi per gli sfortunati passeggeri,  ben 3  giorni di attesa nella speranza che nonostante la cancellazione del loro volo verso i paesi dell’est Europa, sarebbero  partiti lo stesso, raggiungendo i loro cari, le loro famiglie in vista delle festività natalizie; nulla di tutto ciò è accaduto fino ad oggi 23 Dicembre.

I malcapitati hanno tentato, nel vano tentativo di sbloccare la loro triste situazione, di occupare il settore A  di accettazione con dei cartelloni allestiti dagli stessi con svariate scritte di protesta: “ ridateci il nostro volo”, “sarei dovuta essere con i miei figli”, “ la Meridiana più che la neve cancella i diritti umani”; proteste scritte accompagnate da rivolte verbali, esclamazioni al centro della sala aeroportuale mentre le compagnie aeree Euro Fly, Windjet, Meridiana ed altre, hanno tentato con molta difficoltà di restituire la normalità a tutti gli utenti con le dovute precauzioni di sicurezza vista la situazione climatica.

Il Valerio Catullo, come del resto molti altri aeroporti italiani, è tornato a funzionare solo alle ore 13.00 di giorno 22 Dicembre dopo, ore di necessaria chiusura per riassestare le piste invase dalla sovrabbondante neve caduta durante queste ore di lunga attesa per tutti.

Speriamo sentitamente che tutti i passeggeri possano raggiungere le loro mete organizzate e tanto attese, prima dello scoccare del Santo Natale 2009.

Immagine tratta dal sito: www.immaginigoogle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*