Lecce nella lista “Best Travel 2010”

Print Friendly, PDF & Email

lecceLecce nella Top Ten delle città da visitare nel 2010. Nella classifica pubblicata nella guida “Best of Travel” spicca il capoluogo salentino tra le mete consigliate da visitare nell’anno 2010.

Al 1° posto si colloca Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi Uniti. Al 2° posto si trova Charleston, seconda città per grandezza dello Stato della Carolina del Sud, Stati Uniti. Al 3° posto si posiziona Cork, città della Repubblica d’Irlanda, seconda città del paese per numero di abitanti dopo Dublino, e la terza dell’intera isola dopo la citata Dublino e Belfast. Al 4° posto Cuenca, in Ecuador, il cui centro storico è inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. Segue Istanbul, il principale centro industriale e culturale della Turchia, che nel 2010 è Capitale Europea della cultura. Kyoto, considerata il più grande reliquiario della cultura giapponese, e per questo inserita nei siti protetti dall’UNESCO. Al 7° e all’8° posto, inaspettatamente, Lecce e Sarajevo. Lecce, capoluogo e maggiore centro culturale della penisola salentina; posta a 11 chilometri dalla costa adriatica e a 23 da quella ionica è il capoluogo di provincia più orientale d’Italia. Sarajevo, la capitale e la più grande città della Bosnia, è sempre stato un centro culturale molto importante. La classifica si conclude con Singapore (Repubblica di Singapore) l’isola città-stato dell’Asia sud-orientale, e Vancouver, in Canada, che nel 2010 ospiterà i Giochi Olimpici invernali e i Giochi Paralimpici invernali.

La località pugliese si trova al fianco di località turistiche di assoluta bellezza. Sicuramente una bella soddisfazione per i pugliesi e per gli italiani. La città di Lecce, nota per la ricchezza e bellezza dei suoi monumenti che la adornano, molti dei quali realizzati in barocco leccese, ha un centro storico racchiuso in mura di cinta (oggi quasi totalmente distrutte) risalenti al XVI secolo. Originariamente aveva quattro porte di accesso: Arco di Trionfo (Porta Napoli), Porta Rudiae, Porta San Biagio e Porta San Martino; quest’’ultima è totalmente crollata nel XIX secolo. Una città da visitare adesso più che mai dopo la conferma della Lonely Planet, la casa australiana delle famose guide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*