Casper investito e ucciso da una macchina

Print Friendly, PDF & Email

PD*30349648

Si trattava di una simpatica ed insolita storiella; era la storia di un felino di nome Casper, un gattone londinese che si dilettava da tempo a visitare le strade di Londra a bordo dell’autobus numero “3”; ogni giorno, dopo un giretto di circa un’ora e non meno, ritornava a casa godendo di relax al sole e della frescura nel suo terrazzo dove solitamente trovava ristoro.

La storia di Casper non ha avuto purtroppo un lieto fine perché il povero gattone è morto, investito da una macchina venerdì scorso.

Il suo decesso ha profondamente addolorato gli abitanti della zona, che in memoria dell’animaletto,  hanno appeso un cartello commemorativo dove il felino era solito presentarsi puntualmente ogni mattina per prendere il bus. Una storia molto tenera quella del gatto Casper che nonostante abbia stranito parecchio l’opinione pubblica, ha generato al contempo molto dispiacere per il suo finale triste.

Era un gatto turistico amante degli spazi aperti e della libertà; purtroppo il suo forte desiderio di evadere, lo ha portato alla morte.

L’autista che lo ha investito, strappandolo alla vita, non ha avuto nemmeno il buon gusto di fermarsi; Casper mancherà a tutta la gente della sua contea, alla sua famiglia, a tutta la gente che lo ha conosciuto come gli autisti dell’autobus che erano soliti ospitarlo a bordo e a tutti i passeggeri che erano ormai abituati a considerarlo uno di loro.

Il gatto era diventato la mascotte degli autisti, che si preoccupavano che stesse bene e che scendesse alla fermata giusta.

La proprietaria del gatto, Susan Finden, 65 anni, ha raccontato che lo ha chiamato Casper come il fantasma dei cartoni animati, proprio perche aveva l’abitudine di sparire improvvisamente come un fantasma; aveva 12 anni ed era un gatto persiano molto affettuoso.

Sarebbe meglio da oggi in poi, tenere a bada l’eccessivo  desiderio di libertà dei nostri amici a quattro zampe; la prudenza non è mai troppa e i pericoli in cui potrebbero incorrere sempre in agguato,  prendendo spunto dalla brutale fine di Casper, il gattone pendolare che resterà sempre nel cuore di chi l’ha conosciuto e amato.

 

Fonte: www.leggo.it

Immagine tratta dal sito: www.immaginegoogle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*