Colesterolo alto? I legumi possono essere una soluzione

Print Friendly, PDF & Email

legumiÈ stato confermato da una ricerca della Nutrition Foundation of Italy e dall’Università di Navarre, in Spagna: il colesterolo può essere combattuto con il consumo di legumi.

I legumi, ossia piselli, fave, ceci, lenticchie, fagioli, soia, cicerchie e lupini, che spesso sono stati eliminati dalle diete, perché considerati dal senso comune come ipercalorici, sono da considerarsi, quindi, importanti nella nostra alimentazione, poiché non solo contengono fibre che permettono di purificarci e affievolire il nostro senso di fame, ma anche sono un valido aiuto per abbassare il colesterolo.

Le ricerche sul campo hanno dato esiti positivi.
Difatti è risultato che i soggetti che hanno consumato legumi, dagli 80 ai 140g, ogni giorno e per tre settimane, hanno avuto una riduzione di 11,8 mg/dl del livello totale di colesterolo e di 8 mg/dl del colesterolo cattivo, che, trasportato dalle lipoproteine LDL, è la causa principale della formazione di placche aterosclerotiche sulle arterie.

Gli esperti perciò suggeriscono, a coloro che hanno un livello di colesterolo superiore alla norma, di effettuare una dieta ricca ed equilibrata, iniziando ad inserire i legumi all’interno dei propri pasti.
Tuttavia non dobbiamo dimenticare l’importante funzione che svolge l’attività sportiva, poiché non solo evita il sovrappeso, ma anche favorisce l’aumento del colesterolo HDL, il cosiddetto colesterolo positivo, trasportato dalle lipoproteine HDL. Lipoproteine che hanno il ruolo di rimuovere il colesterolo dalle arterie e di conseguenza di diminuire il rischio di malattie cardiovascolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*