Addio al grande Salinger

Print Friendly, PDF & Email

STsalingerSi è spento oggi a 91 anni uno dei più grandi e discussi autori del Novecento, Jerome David Salinger, nato a Manhattan nel 1919. Viveva isolato da decenni ormai a Cornish, nel New Hampshire riducendo i contatti umani al minimo. Dopo la pubblicazione nel 1951 di una delle sue più grandi opere letterarie Il giovane Holden, libro simbolo della ribellione giovanile, la sua carriera di scrittore prosegue fino alla totale chiusura al mondo letterario nel 1965, quando smette definitivamente di scrivere, pubblicando sul “The Newyorker” un ultimo racconto. Poche ore subito dopo l’annuncio della sua morte, avvenuto da parte del figlio, il “New Yorker” ha messo online i 13 racconti che furono pubblicati sulle sue pagine dal 1946 al 1965. Ma Il giovane Holden rimane la sua opera più discussa, che sconvolse il panorama letterario americano del Novecento. Holden, infatti, divenne il prototipo dell’adolescente ribelle che si oppone al mondo degli adulti, in cerca della verità “reale” e non “artificiale”.Tra gli altri suoi lavori, vanno ricordati Alzate l’architrave carpentieri, I nove racconti e Franny e Zooey. Tutti incentrati sul tema del disagio esistenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*