Print Friendly, PDF & Email

up3[1]

Ieri sera, Sabato 6 Febbraio 2010 si è aperto l’esilarante edizione del Carnevale di Venezia con il primo appuntamento di “Sensation sei sensi per sei sestieri” con “Arlecchino servitore di due padroni” come spettacolo di inaugurazione al Carnevale, che è stato portato in scena alle ore 21.00 da un grande personaggio del panorama teatrale mondiale: Ferruccio Soleri.

Oggi, sarà invece il turno di uno splendido angelo, in carne ed ossa come avveniva nel Settecento, che discenderà dal Campanile di Piazza San Marco, spiccando un imponente ed alto volo sulla folla intrepida.

Uno degli avvenimenti più attesi degli ultimi Carnevali veneziani; quest’anno è la volta di Bianca Brandolini D’adda che con movimento soave e leggiadro, spiccando il volo sulla Piazza gremita di gente, atterrerà tra non molto, nel fiabesco Giardino che accoglie i più rilevanti eventi del Carnevale veneziano 2010.

L’evento è atteso per le ore 12.00, con grande emozione ed entusiasmo da parte del popolo veneziano e di tutti coloro che per tradizione e meta, hanno scelto ancora una volta, il Carnevale di Venezia tra i tanti.

Mentre incalzano i preparativi per il tanto atteso volo dal Campanile di San Marco, ci si appresta, intorno alle 11.00, ad intraprendere i festeggiamenti nel Rio di Cannaregio.
Alle 11.00 in punto, da Punta della Dogana salperà un corteo con 80 barche in maschera e quasi 400 vogatori alla volta del Rio di Cannaregio.

All’arrivo, previsto per le ore 12.00 , le barche verranno accolte da danzatori di minuetto in costume.
Grande novità di questa edizione, “El svolo de la pantegana”, che rappresenterà un’allegra parodia del “Volo dell’Angelo”.

Alle ore 12.00, dal Ponte dei Tre Archi, verrà gettato nel Rio di Cannaregio, una gigantesca pantegana di cartapesta che simulerà il volo di Bianca Brandolini D’adda previsto più o meno per la stessa ora.
Per il pubblico vi è inoltre la possibilità di degustare gratuitamente, presso gli stand dell’Associazione Esercenti Pubblici Esercizi, le specialità enogastronomiche veneziane con ulteriori prelibatezze del territorio veneto mentre danze e musiche allieteranno il clima di festa.

Una vera festa lagunare ricca di particolarità e tradizione che rappresenta la forma più genuina di interpretare e vivere il Carnevale di Venezia nel popolare sestiere di Cannaregio; eventi e folklore restituiscono alla città di Venezia, il Carnevale nella sua maniera più autentica e gioiosa.

Ai festeggiamenti goliardici del Rio di Cannaregio, seguirà a ruota, verso le ore 14.00, il corteo delle Marie che, come tradizione vuole, giungerà fino al Giardino di Piazza San Marco, sottoforma di sfilata settecentesca.

Dopo la partenza,  il corteo farà una breve sosta in via Garibaldi con saluto del cantante veneziano Lucio Bisutto.

Le dodici Marie, che per tradizione sono tutte molto giovani, “in età da marito”, sfileranno indossando i nuovi costumi dell’Antico Atelier di Francesca Serafini e le acconciature e i diademi del Monica e Umberto e saranno accolte in Piazza San Marco dalle musiche scritte per le Feste di Venezia da Andrea e Giovanni Gabrieli.

Significativa all’interno del corteo storico, la presenza di oltre duecento figuranti, del gruppo degli Sbandieratori dell’Aquila che accompagnano l’improvviso aprirsi delle danze ed è così dunque … che sarà subito festa.

Fonte: http://www.carnevale.venezia.it/

Video: http://www.youtube.com/watch?v=7_OvgUd4bHc

Immagine tratta dal sito: www.immaginigoogle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*