Mistero prima dell’isola

Print Friendly, PDF & Email

Non è necessario essere un appassionato di reality per vederseli. Questo moribondo genere televisivo invade ormai tutti i palinsesti: ospitate di naufraghi, spot promozionali, passaggi di protagonisti un po’ in tutte le trasmissioni. Uno dei più noti reality è “L’isola dei famosi” che grazie alla verve della conduttrice, l’infaticabile e accanita Simona Ventura, ci ritroviamo puntuale ogni anno come il festival di Sanremo, pronto a colonizzare con armate di nulla il nostro immaginario.
Da un reality non ci si aspetta chissà quali lezioni di cultura generale, questi programmi sono fatti per intrattenere più che per educare, chiaro. Si dirà non giudicare un libro prima di averlo letto, chissà riservi qualche intrigante sorpresa visto che nell’edizione 2010 comparira lo ‘scrittore’ Aldo Busi; si dirà che non bisogna gettare l’acqua con tutto il bambino, verissimo; si dirà ma cosa pretendi siamo in un paese in cui la scuola pubblica è allo sbando e non si insegnerà più Storia dell’Arte e Geografia…

Vero! La trasmissione non è ancora iniziata, ma è come se lo fosse:  i promo ci tartassano già da qualche settimana, non c’è talk show in cui non se ne discute e la domenica pomeriggio la Ventura nazionale è infaticabile nell’autopromuovere “L’isola 2010”.
Fermiamoci, per il momento, agli spot. Già sul promo qualcosa si può iniziare a dire. Il libro certe volte lo si può giudicare dalla copertina se la copertina è piena di refusi. E refusi veri e propri nel promo ce ne sono… L’uso degli accenti in italiano è arduo, però “È” (terza persona singolare dell’indicativo presente del verbo essere) si scrive con l’accento grave e non come spesso succede con quello acuto. Qualcuno lo spieghi ai brillanti artefici dell’animazione grafica televisiva.

05

Un sito molto informato (non il sito Rai visto che quello ufficiale presenta informazioni ferme all’edizione 2008 –  www.isoladeifamosi.altervista.org) definisce così i luoghi dove si svolgeranno le imprese degli pseudonaufraghi: «La location è completamente nuova. Dalle spiagge di Cayo Cochinos, in Honduras, la produzione ha traslocato in Nicaragua, su quelle delle isole selvagge a 70 chilometri dalla citta’ costiera di Bluefields, […] Lime Island si trova in Nicaragua nell’arcipelago delle Las Perlas, tra la costa del Mar dei Caraibi e Corn Island.»
Corn Island in spagnolo è Isla del Maiz. In base alle indicazioni la location dovrebbe trovarsi più o meno qui.

00

Lo spot promozionale parla esplicitamente di Nicaragua (vedi fotogramma).

01

Il busillis si presenta nei fotogrammi successivi. Con un effetto ipertecnologico tipo CSI si zoomma  sulla cartina del paese che ospiterà la trasmissione. Miracolo della geografia televisiva non compaiono i confini del Nicaragua ma la sottile silhouette della repubblica di Panama.

02

Nello zoom successimo si inquadrano le isole dell’archipelago di Las Perlas: si trovano a sud di Panama, nell’Oceano Pacifico.

07

Ma il filmato pare infischiarsene allegramente della toponomastica e mostra la seguente scritta:

04

In effetti l’autore del promo ha commesso alcuni grossolani errori: Lime Island si trova nel piccolo arcipelago nicaraguense di Pearl Cays (Un sito immobiliare [http://www.lime-cay.com/] così descrive l’isola: «Lime Cay is located in the the Pearl Cays about 3 miles off mainland Nicaragua. The island is 9.5 acres in size and is surrounded by white sandy beaches….») e non nell’arcipeago panamense di Las Perlas che ha ospitato già altre edizioni del format originale Survivor.

Beh, la geografia in fondo, lo dice anche la Gelmini, non è così importante e perciò che si tratti di isolette sulle coste atlantiche del Nicaragua o di scogli su quelle pacifiche di Panama poco importa… Però che qualcuno lo spieghi a Sandra Milo, ad Aldo Busi e C. ché altrimenti si ritoveranno veri naufraghi sullo scoglio sbagliato in attesa di una diretta che non ci sarà mai. Per il resto cercheremo di farcene una ragione e di tirare avanti lo stesso.

____

http://www.youtube.com/watch?v=9V6ZM19TS7I

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*