S.Valentino e Islam

Print Friendly, PDF & Email

s valentino 0524

Hamas ha vietato tutte le manifestazioni previste per S.Valentino.

In particolare Il ministero dell’Interno del governo ha disposto la cancellazioni dell’ultimo minuto di un concerto: Hamas aveva in precedenza approvato l’evento e dato i permessi necessari, promettendo di non interferire. Tuttavia, poche ore prima del suo inizio, il concerto è stato improvvisamente vietato  e gli organizzatori ed esecutori sono stati arrestati, Li hanno interrogati e poi li hanno rilasciati dopo aver proibito loro di fare qualsiasi dichiarazioni alla stampa su quello che era successo. Gli organizzatori hanno smentito con veemenza le accuse di violazioni delle norme etiche  islamiche  e insistito sul fatto che tutti gli organizzatori hanno assicurazioni al governo circa l’adesione della manifestazione alle tradizioni islamiche: avrebbero solo svolto  attività culturali e spettacoli di intrattenimento e distribuiti  doni ai partecipanti che erano solo famiglie (non fidanzati)  che volevano avere un po’ di pausa dallo stress.
Nell’ambito di Hamas c’era stato una frattura fra quelli che erano possibilisti e altri che mostravano assoluto  disappunto e lanciato diverse campagne chiedendo al governo di ritirare la sua approvazione. Alla fine, Hamas ha ceduto alle pressioni e ha scelto di placare la maggioranza della popolazione, annullando i permessi.
Nei sermoni del Venerdì che ha preceduto San Valentino, i predicatori nelle  moschee avevano tuonato contro S. Valentino e  avvertito i giovani che  non devono  essere celebrate manifestazioni  che sono in contrasto con la religione.

 

C’è da chiedersi perche mai il mondo islamico è tanto contrario alla celebrazione di  S. Valentino. In realtà S. Valentino è non solo una festività che viene dall’Occidente, ateo e immorale, secondo la visione integralista:  essa soprattutto esalta una amore fondato sulla libera scelta, sul sentimento spontaneo dei giovani. Tutto ciò presuppone la possibilità dei giovani di conoscersi e di frequentarsi con una certa libertà. Ma la tradizione islamica (come pure quella cristiana dei secoli scorsi) concepisce  invece il matrimonio fondata sul dovere più che sentimento. L’amore viene DOPO il matrimonio perchè e solo nel matrimonio vi può anzi vi DEVE essere l’amore. L’amore prima del matrimonio anche se non c’è nessun rapporto sessuale è comunque un fatto sostanzialmente  illecito.  Secondo la mentalità nata in Occidente nell’ ‘800 ci si sposa  perche ci si ama (amore come causa  e matrimonio come effetto) ma nelle tradizioni antiche invece ci si ama perche si è sposati  (il matrimonio come causa e l’amore come effetto).

—————-

Da al Arabya: augurio per S. Valentino in arabo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *