Le spose in bianco cinesi

Print Friendly, PDF & Email

marriage

In Cina la migrazione di lavoratori nelle regioni più ricche  porta a problemi di coppia cosi come avveniva a tempi dei nostri migranti con il fenomeno delle cosi dette “spose in bianco”

Decine di milioni di persone hanno lasciato le loro famiglie nelle campagne per venire a lavorare nelle  zone maggiormente industrializzate. Poichè molti sono già sposati, il fatto comporta, naturalmente, che per  lunghi periodi  non possano avere una regolare vita  sessuale nell’ambito coniugale. Gli uomini si rivolgono allora a prostitute con un notevole incremento di malattie veneree.

Ma anche le giovani donne che sono migrate dalle zone rurali, dove l’educazione sessuale è inesistente, subiscono uno shock culturale nelle città. Esse possono seguire le orme dei loro colleghi, adottando un atteggiamento “ aperto” nei confronti del sesso. Alcune donne finiscono per sposarsi, ma accettando le seconde mogli dei loro mariti o amanti. Altre donne possono andare anche per quanto riguarda la partecipazione nel settore del sesso on line, come chat on-line.

Zhang Feng, direttore della Commissione Provinciale di Guangdong della popolazione e della pianificazione familiare, ha dichiarato  che la popolazione migrante soffre di una grave repressione sessuale che potrebbe contribuire a un aumento di molti problemi sociali

Le autorità paiono veramente interessati più che agli aspetti morali  e sociali, ai riflessi della depressione sessuale  sui ritmi di lavoro.

A differenza che in Occidente la morale sessuale  in Cina è ancora molto sentita in accordo sia con la tradizione confuciana che con la linea costante del Partito Comunista.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*