L’incanto di Venezia immersa nelle sue acque alte

Print Friendly, PDF & Email

venezia[2]

Nonostante il disagio dell’acqua alta di ieri, Venezia non ha perso  il suo fascino e la sua imparagonabile bellezza che la rende tra le più romantiche ed eccellenti città italiane e del mondo.

Il fenomeno dell’acqua alta ha accompagnato l’ultimo giorno del mese di Febbraio con acqua in abbondanza tra le calli veneziane; nonostante, comunque, la presenza di passerelle localizzate soprattutto in Piazza San Marco, i turisti e gli abitanti di Venezia non sono di certo mancati al loro consueto appuntamento domenicale tra le calli veneziane e magari per un giro in gondola che piace nella sua particolarità.

Il fenomeno dell’acqua alta altro non è che un’alta marea ma che nonostante ciò, non rende eccessivi disagi e problematiche di vivibilità per chi chiaramente è abituato ed organizzato ad affrontare tale possibilità come gli abitanti della città.

In alcuni periodi dell’anno, sono le parti più basse della città di Venezia, nelle sue fondamenta, ad essere inondate, quando il livello dell’acqua si alza.

Quando si parla di allagamento si fa di certo, riferimento a pochi centimetri di acqua che invadono i borghi e le calli veneziane; difficoltà che possono tranquillamente essere superate come del resto il popolo veneziano è abituato a fare.

Venezia racchiude l’ essenza e l’ originalità nelle sue acque quindi, anche questo aspetto di acquaticità, fa parte dell’essere veneziani e lo si affronta con solarità, senza drammatizzare; si ricorre in alcuni periodi dell’anno alle passerelle in legno antiscivolo e tutto è risolto.

Anche se la disposizione geografica del Mar Adriatico, i venti, le piogge e l’innalzamento del livello del mare portano a tale fenomeno, Venezia è pur sempre Venezia e vale la pena visitarla a qualsivoglia condizione climatica essa venga esposta.

Immagine tratta dal sito: www.immaginigoogle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*