Disperatamente Denise: si apre il processo a carico di Jessica Pulizzi

Print Friendly, PDF & Email

482ef2783087e_zoom[1]

Dopo sei lunghi anni di attesa e speranza di ritrovare la piccola Denise Pipitone, arriva il momento tanto attesa della resa dei conti; è con ansia e trepidazione che la mamma di Denise, Piera Maggio, a poco dall’apertura  del processo a carico di Jessica Pulizzi, sorellastra della figlia, dichiara di affrontere il passo decisivo a questa devastante esperienza.

Denise ormai assente da Mazara del Vallo (Trapani) dal lontano 2004, non è mai stata abbandonata dal legame affettivo e dalla fede della sua mamma Piera, che ha sempre fatto di tutto per ritrovarla; la sua lotta ricomincerà giuridicamente a breve; il processo a causa di Jessica Pulizzi, era un momento che la stessa aspettava da tanto tempo.

Il dolore disperato di una madre come Piera Maggio è ormai diventato in Italia e nel mondo, l’emblema della lotta contro i sequestri di bambini indifesi scomparsi nel nulla e strappati ingiustamente alla loro realtà, alla loro famiglia: speriamo sentitamente che tutto questo dolore possa portare a qualcosa.

Piera Maggio adesso potrà rivendicare tutte le falsità e mezze verità, rivolte contro la scomparsa della piccola Denise e contro la sua famiglia, in tutti questi anni;  guardando dritto negli occhi chi, come Jessica Pulizzi potrebbe conoscere i fatti ed essere colpevole, cercherà ancora una volta giustizia e trasparenza.

Lo scorso 18 Gennaio, il gip di Marsala Lucia Fontana, ha rinviato a giudizio Jessica Pulizzi, all’epoca dei fatti minorenne e oggi 22enne. L’accusa per lei è di concorso nel sequestro di Denise. Rinvio a giudizio anche per il tunisino Gaspare Ghaleb, ex fidanzato di Jessica, accusato di false testimonianze al Pm.

Piera Maggio, insieme a Piero Pulizzi, padre naturale sia di Denise che dell’imputata Jessica, si è costituita parte civile.

Tante battaglie e tanta sofferenza per la madre di Denise che in passato non ha esitato ad incatenarsi innanzi al Quirinale, pur di essere ascoltata; innumerevoli appelli, preghiere mantenute accese dalla speranza di ritrovare la figlia.

Il ritrovamento della piccola Denise, potrebbe essere vicino e tutti lo speriamo.

Il reato verrà discusso davanti a un tribunale ordinario collegiale e non più, come in passato, a un giudice monocratico.

Una grande speranza nel cuore di questa donna, è ritrovare la figlia scomparsa.

Il coraggio e la tenacia di Piera, definita una mamma coraggio, non è mai stato abbandonato  dall’intera opinione pubblica che ha seguito incessantemente le vicende legate alla sparizione di Denise Pipitone: è la speranza di tutti gli Italiani quella di ritrovare Denise e che il processo possa aiutare a fare chiarezza e portare verità intorno a questa storia.

Fonte: www.leggo.it

Immagine: www.immaginigoogle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*