L’Italia è una Repubblica (af)fondata sul lavoro

Print Friendly, PDF & Email

locandina ITALIA

Venerdì 16 aprile e Sabato 17 alle ore 21,15, Domenica 18 alle ore 18,30 per poi replicare sabato 24 alle 21,15 e domenica 25 aprile alle ore 18,30 presso il teatro Istrione di Catania, il gruppo di cabaret “Dolci & Gabbati” composto da Enrico Manna, Anna Impegnoso, Concetto Venti, Laura De Palma, al pianoforte Franco Pennisi, presenta il nuovo spettacolo dal titolo: “L’Italia è una Repubblica (af)fondata sul lavoro”.

La regia è affidata ad Armando Sciuto, i testi sono di Enzo Ferrara, luci e fonica di Walter Puglisi, costumi delle sorelle Rinaldi.

Si parlerà del lavoro in un’Italia dove tutti hanno ragione su tutto, dove i valori umani, sociali e politici sono “roba da preistoria”, dove gli anziani sono abbandonati e condannati alla solitudine dall’indifferenza dei figli e dalla noncuranza di una distratta società.

La realtà triste di oggi è che una famiglia media ha il problema non indifferente di arrivare “decorosamente” al fine mese. Inoltre, i giovani più virtuosi fanno fatica a trovare occupazione presso il proprio “borgo natio”.

I Dolci & Gabbati, dunque, ci racconteranno, attraverso il loro raffinato e mai volgare cabaret, cosa ci si inventa pur di lavorare attraverso un excursus nel variegato ed ostile mondo dell’occupazione: dagli inutili, ripetitivi dibattiti televisivi, all’artigiano “maestro d’ascia” incapace di convincere il proprio figlio a continuare il suo nobile lavoro perché distratto da “sacri studi”. Dall’originale, strano figuro che vende il proprio corpo a donne mai sessualmente appagate, all’improbabile ufficio di collocamento di televisiva memoria.

Il cabaret diventa un momento di riflessione ed attraverso una risata, anche se amara, è più efficace di una televisione “urlata”.

Una satira pungente sulla carenza di offerte lavorative che limitano ed offendono la dignità di questo “Bel Paese”.

Bisogna rimuovere, dunque gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana.

Lavoro per tutti, equa retribuzione meritocratica, istruzione per tutti non negando ad alcuno la propria DIGNITA’ di uomo e donna. Quando tutto questo diventerà realtà si potrà affermare con decisione che, la fiera affermazione contenuto nel primo articolo della Costituzione italiana “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”, non sarà soltanto vana utopia.

Spettacolo imperdibile: parola dei “Dolci & Gabbati Cabaret”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*