Macerata: porte aperte allo Sferisterio

Print Friendly, PDF & Email

Sferisterio_interno_notte

Porte aperte da venerdì 16 aprile a giovedì 22 aprile allo Sferisterio di Macerata, in occasione della XII Settimana della Cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’arena visitabile gratuitamente previa prenotazione obbligatoria.

La Settimana della Cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, giunta alla dodicesima edizione, apre ancora una volta a tutti gli italiani e ai turisti stranieri le porte dei musei, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali. Un evento diffuso su tutto il territorio che coinvolge anche Macerata: da venerdì 16 aprile a giovedì 22 aprile vengono aperte le porte di uno dei monumenti d’arte più prestigiosi e noti al mondo, l’Arena Sferisterio.

L’arena neoclassica sarà visitabile gratuitamente per otto giorni, dalle ore 10 alle ore 12 nei giorni feriali e negli orari 10-12 e 16-18 nelle giornate di sabato 17 e domenica 18 aprile.

Si potrà entrare ad ogni ora, previa prenotazione obbligatoria presso l’Associazione Arena Sferisterio ai numeri di telefono 0733 261335 e di fax 261499.

Inaugurato il 5 settembre 1829, lo Sferisterio di Macerata rappresenta una delle opere più significative del tardo Neoclassicismo europeo. Nella prima metà dell’Ottocento alcuni maceratesi benestanti vollero dotare la città di una struttura permanente per il gioco del pallone col bracciale e nello stesso tempo un’arena per lo ’steccato’, la caccia al toro, la tauromachia molto popolare nello stato pontificio. Il monumento, iniziato il 2 ottobre 1820 su disegni di Salvatore Innocenzi, fu alla fine realizzato su progetto di Ireneo Aleandri, giovane architetto di San Severino Marche. La particolare forma dell’edificio fu studiata per adattarsi perfettamente alle caratteristiche di tutte le attività ginniche della prima metà dell’800. Lo Sferisterio passò con gli anni dalla originaria destinazione sportiva a quella di affascinante palcoscenico per lo spettacolo dal vivo.

Tempio della lirica, la sua fama internazionale è legata particolarmente allo svolgersi dello Sferisterio Opera Festival sotto la direzione artistica di Pier Luigi Pizzi la cui prossima edizione inaugura il 29 luglio con il “Vespro della Beata Vergine” di Claudio Monteverdi .

Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*