Lun. Nov 28th, 2022
Print Friendly, PDF & Email

Nile-delta

Il  Delta del Nilo, è un ambiente idilliaco con le barche  dei pescatori attraverso le paludi, i martin pescatore e aironi che volano bassi e le canne da pesca che luccicano al sole.
Ma i pescatori sono preoccupati, la pesca è sempre più scarsa: questa regione è in crisi ambientale.

Vi è certamente una pressione enorme sulle risorse del Delta, la maggior parte degli  80 milioni di egiziani  sono stipati in questa fertile regione, dove il Nilo termina il suo lungo viaggio dai lontani laghi del centro Africa  in una serie di rami  e di laghi, prima di sfociare  nel Mediterraneo. L’Egitto storico essenzialmente era una lunghissima striscia  lungo il Nilo ma larga solo qualche chilometro: era il granaio del modo antico ma allora  gli Egizi erano solo qualche milione di persone.
Il problema del delta è l’aumento dei livelli di salinità che  potrebbe portare al disastro economico e agricolo.

Il livello del mare sotto la costa dell’Egitto va sollevandosi, circa  di 20 cm nel corso del secolo scorso, e l’acqua salata si infiltra nel  terreno del Delta dal basso e distrugge la terra agricola.

L’anno scorso, il ministro dell’ambiente egiziano, George Maged, ha dichiarato che  “in molte delle città  nel nord del Delta si soffre l’aumento del livello del Mediterraneo e  a partire dal 2020 circa il 15 per cento delle terre del  Delta sono in pericolo per l’infiltrazione di acqua salata nelle falde acquifere”.
In certi posti si possono vedere colture abbandonate e palme morte:  la terra è stata distrutta dalla  salinità,
Le conseguenze di questo potrebbero essere catastrofiche  per l’Egitto, che si basa sul Delta per la produzione alimentare.
Oggi l’Egitto ha una popolazione che continua a crescere, e spende le risorse finanziarie  sempre più nelle  importazioni alimentari, il paese non può permettersi di perdere i terreni più produttivi. La salinità del delta sarebbe una catastrofe umana, un disastro economico, un disastro agricolo, e non porterebbe  solo alla povertà ma anche alla  fame.

Alcuni  esperti ritengono che un aumento di un metro del livello del mare sulle coste dell’Egitto, entro la fine di questo secolo è una previsione ragionevole che, se vera, minaccerebbe  la grande città di Alessandria, e i milioni di persone che vivono in essa.
Si è presentato una proposta ambiziosa per costruire un muro impermeabile che separerebbe il mare dalla terra, per prevenire infiltrazioni di acqua salata, e allo stesso tempo innalzare  la riva di 2 metri, ma non tutti sono convinti che funzionerebbe e  finora, il governo non ha presa alcuna decisione:  il cambiamento è molto lento e c’è ancora tempo per adottare  le misure opportune.
In verità, ci sono diversi fattori, che  danneggiano  l’ecologia del Delta. Dopo  il completamento della diga di Assuan, 40 anni fa, i livelli di fertilità del suolo nel Delta sono in calo, perchè  grandi quantità di sedimenti  (il famoso limo) non arrivano più  a valle.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *