Ammalarsi di cancro mangiando carne

Print Friendly, PDF & Email

bistecca1[1]

Il rischio di sviluppare il tumore alla vescica aumenterebbe per coloro che si nutrono assiduamente di carne rossa e soprattutto carne rossa ben cotta.

A scoprirlo sono stati alcuni ricercatori dell’Università del Texas, che hanno presentato il loro studio all’American Association for Cancer Research.

È cosa nota che la carne cotta ad alte temperature, secondo quanto afferma Jie Lin, una delle ricercatrici, genera ammine eterocicliche ossia hca, che possono provocare il cancro.

Dalla ricerca condotta, si è visto che chi consuma tanta carne rossa, ha un rischio di cancro alla vescica quasi una volta e mezzo più alto di chi ne consuma quantità ridotte.

Tra le carni più a rischio, sono menzionate le bistecche di manzo, le costate di maiale, la pancetta, il pollo e anche  il pesce, se fritto.

Cibarsi di carne ben cotta comporterebbe un rischio maggiore di contrarre il cancro rispetto a chi fa consumo di carne al sangue.

Inoltre, dalla ricerca affrontata, risulterebbe che, chi presenta varianti genetiche nel metabolismo delle hca, è più tendente ad ammalarsi di cancro; le persone con sette o più genotipi sfavorevoli, al pari di chi consuma molta carne rossa, hanno un rischio cinque volte più alto di cancro alla vescica.

Fonte: www.leggo.it

Immagine: www.immaginigoogle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*