Com’è dolce questa sconfitta!

Print Friendly, PDF & Email

rgcivitaChe bella partita! L’Oncoibla Padua Ragusa ha perso ma ha giocato una signora partita, a tratti anche dominando, nonostante la migliore organizzazione del pacchetto di mischia avversario e l’emozione di trovarsi per la prima volta a giocare una gara di play off per la promozione in serie B.

L’incontro, giocato sul campo “Mazzuca” di Rende (CS), si mette subito bene per i rossi laziali che al fischio d’inizio si riversano nella metà campo iblea e già al 2° avrebbero l’occasione per marcare i loro primi punti. Ma il mediano di mischia laziale, Moretti, mette a lato, nonostante la posizione non sia impossibile, il calcio di punizione concesso per un fuori gioco di Comitini.

I ragusani sono contratti e il Civitavecchia in questa fase fa il bello e il cattivo tempo, grazie anche al pacchetto degli avanti che domina le fasi statiche.

Al 7° c’è una mischia sulla linea dei 5 metri azzurri. I laziali fanno uscire velocemente l’ovale e lo aprono sulla parte chiusa del campo. I ragusani sembrano ancora negli spogliatoi e per l’ala Goria è gioco facile andare a marcare la prima meta dell’incontro. Moretti non riesce a trasformare. 5 a 0.

In campo sembra esserci solo il Civitavecchia, visto che il Ragusa non riesce ad entrare in partita.

Al 12° arriva la seconda meta laziale. I giocatori del Civitavecchia battono una touche sulla linea dei 22 azzurri e con il loro carrettino, oggi a tratti veramente incontenibile, percorrono i metri che li separano dalla meta. Moretti questa volta centra l’acca. 12 a 0.

La meta subita ha l’effetto di dare una scossa al XV ibleo che, finalmente, si mette a giocare.

Al 19° i laziali affossano un pallone in una ruck sulla linea dei loro 10 metri. Gurrieri decide di cercare la via dei pali e la scelta si rivela vincente. 12 a 3.

Adesso la partita si gioca nella metà campo rossa anche se ai ragusani manca la zampata finale. Il Civitavecchia però subisce il gioco azzurro e i falli si susseguono. Al 25° un fallo dei giocatori laziali sulla propria linea dei 22 dà la possibilità a Gurrieri di accorciare ma questa volta l’apertura iblea è impreciso.

Al 27° un fuori gioco di un giocatore del Civitavecchia mette sul piede di Gurrieri la palla del 12 a 6.

Al 30° il primo cambio: il Civitavecchia fa uscire Goria per Stoica.

Al 34 ancora un fuori gioco dei giocatori in maglia rossa, ma questa volta  il calcio di Gurrieri si spegne a lato.

La prima frazione di gioco si chiude con gli azzurri in avanti e i laziali che devono ringraziare solo l’imprecisione dei trequarti iblei se riescono a chiudere il tempo senza subire altre marcature. Di positivo per i ragusani c’è l’assoluto dominio in touche.

Il secondo tempo si apre con la terza meta laziale. Al 9° la mischia del Civitavecchia riesce a spingere gli avversari fin dentro la propria area e per il capitano rosso Cicoria è una scherzo lasciarsi cadere sull’ovale. Moretti ancora una volta centra i pali. 19 a 6.

Ma è un fuoco di paglia: i ragusani continuano a mantenere in mano il pallino del gioco, anche se, purtroppo, si tratta di un gioco sterile.

Mister Mazzarini cerca di tappare i buchi che si aprono nella propria difesa facendo uscire il pilone Ciocci e la seconda linea Ritti per Vallerga e Sorbo, ma la sostanza non cambia: l’Oncoibla Padua fa la partita e il Civitavecchia rintuzza, facendo forza sulla propria mischia.

Al 25° un fuori gioco in ruck dà l’opportunità a Gurrieri di accorciare ancora una volta le distanze ma la posizione non è delle più agevoli e la palla passa a lato di pali.

Al 27 Gurrieri si fa perdonare centrando l’acca grazie a un calcio di punizione concesso per un placcaggio alto ai danni di Comitini. Se in questo caso l’ottimo signor Radetich avesse sventolato un cartellino giallo nessuno avrebbe gridato allo scandalo. 19 a 9 è il risultato.

Al 28° mister Gurrieri prova a sua volta a ridare vitalità ai propri trequarti facendo uscire Bellina e Nobile per Denaro e Valenti ma anche in questo caso la sostanza non cambia.

Un minuto dopo Moretti avrebbe l’opportunità di allungare ma il suo piede questa volta non è preciso.

La partita finisce qui. Ci sono ancora alcune fiammate dei trequarti azzurri, con Calamaro e Iacono, ma il risultato non cambia. C’è solo lo spazio per dare un momento di gloria anche a Leggio che, al 78°, entra al posto di Solarino e poi ci sono solo gli abbracci dei protagonisti di questa bella giornata di sport.

Negli spogliatoi c’è la soddisfazione di mister Mazzarini secondo cui la propria squadra «ha sofferto più del previsto anche perché avevamo qualche assenza di rilievo. Devo fare i complimenti al Padua che, nonostante sia formata da giocatori molto giovani, gioca un buon rugby. Sono sicuro che in futuro potranno prendersi delle belle soddisfazioni».

In casa ragusana c’è soddisfazione per il risultato ottenuto anche se si c’è il rammarico per un vittoria non impossibile. Per il presidente Tumino «la differenza l’ha fatta l’esperienza e la forza della loro mischia. Sono comunque contento per come i ragazzi hanno giocato, non solo oggi ma durante tutta la stagione».

Anche mister Tumino è soddisfatto. «Abbiamo perso bene nel punteggio, solo 10 punti di differenza, ma male nel gioco visto che non siamo riusciti a sviluppare il nostro. La loro mischia ci ha surclassato, ma conoscevamo la loro forza. Purtroppo non siamo riusciti a giocare come sappiamo i nostri possessi. Ma va bene così. Per noi oggi era una festa, il coronamento di una stagione fantastica. E adesso aspettiamo notizie da Rieti»

E da Rieti, nel tardo pomeriggio, arrivano buone notizie: la Neroniana Anzio batte il Chieti per 32 a 5 e in virtù di questo risultato la squadra del presidente Tumino sarà chiamata a giocare il secondo turno dei play off come migliore delle sconfitte. Per conoscere l’avversaria e la sede dell’incontro bisognerà aspettare che in federazione si proceda al sorteggio degli accoppiamenti.

Da segnalare, infine, l’eccezionale successo ottenuto dalla diretta della partita che la società iblea ha proposto sui siti internet www.ragusarugby.it e www.rugbyterzotempo.net. Ci sono stati circa 200 contatti per la diretta in streaming mentre intorno a cento sono stati i contatti per la diretta testuale. Un’esperienza da riproporre.

Le formazioni:

Oncoibla Padua Rugby Ragusa:

15-Iacono; 14-Carbonaro, 13-Calamaro, 12-Nobile, 11-Bellina; 10-Gurrieri, 9-Comitini; 8-Lo Presti, 7-Arrabito, 6-Tumino G.; 5-Solarino, 4-Di Stefano S.; 3-Dipasquale, 2-Raspaglia, 1- Tirone.

In panchina: 16-Di Mauro, 17- Leggio, 18-Castiello, 19-Tumino S., 20-Denaro, 21-Migliorisi, 22-Valenti.

Allenatore: Peppe Guerrieri

Civitavecchia Rugby Centumcellae:

15-Cutellè; 14-Goria;13 Montana Lampo; 12 Rodriguez Arambaru; 11- Giannini; 10- Margioni; 9- Moretti; 8-Cicoria; 7-D’Antonio; 6-Maddaloni; 5-Muzzi; 4-Ritti; 3-Gargiullo; 2-Di Maio; 1- Ciocci

In Panchina: 16-D’Angelo; 17-Stoica; 18-Sorbo; 19-Massai; 20-Vallerga; 21-De Felici; 22-Lombardo

Allenatore: Michele Mezzanini

Arbitro: Lucio Radetich di Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*