Asta da record per quadro di Picasso

Print Friendly, PDF & Email

picasso nude green leavesNu au Plateau de Sculpteur (Nude, Green Leaves and Bust) di Picasso è stato venduto ieri alla sala d’aste Christie’s di New York per la cifra record di 106 milioni di dollari, tasse comprese (circa 81 milioni di euro). Ad aggiudicarsi quello che è divenuto il quadro più costoso della storia è stato un compratore anonimo, che ha fatto la sua offerta per telefono, sbaragliando altri sette concorrenti. Il dipinto, datato 1932 e raffigurante Marie-Thérèse Walter, all’epoca amante dell’artista spagnolo, proveniva dalla collezione privata della famiglia Brody. Fu acquistato nel 1951 ed esposto al pubblico una sola volta nel ’61 in occasione dell’ottantesimo compleanno di Picasso.

L’opera d’arte faceva parte di una collazione più ampia dei Brody, tutta battuta all’asta ieri: c’erano esemplari di Matisse, Braque e Giacometti, tutti venduti a cifre altissime (tra i 10 e i 20 milioni di dollari). È proprio una scultura di Alberto Giacometti ad aver detenuto il record fino a ieri: a febbraio di quest’anno, infatti, L’homme qui marche era stata battuta all’asta per 104,3 milioni di dollari, ma non è bastato. Picasso acquista, perciò, un’ulteriore posizione nella top ten mondiale delle opere d’arte più costose di sempre, mantenendo anche il terzo e il quarto posto della classifica. Tra gli altri ricordiamo opere di Klimt, Bacon, Van Gogh, Monet, Renoir e Rubens.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*