Le spese per il matrimonio in Cina

Print Friendly, PDF & Email

P200912241323281157637241

Ai tempi di Mao, nella grande  miseria generale, le cerimonie nuziali erano per forza di cose molto sobrie, lontane da quelle pure sfarzose che esigeva la tradizione:  lo stato anzi incoraggiava anche matrimoni collettivi più economici. Comunque era indispensabile avere tre cose per potersi accasare: l’orologio da polso, la bicicletta e la macchina da cucire. Tre oggetti quindi di utilità e non certo  di rappresentanza. E tuttavia malgrado la modestia degli oggetti non era facile provvedervi: per acquistare l’indispensabile bicicletta, brutta ma robusta,  occorreva un anno di lavoro.

Con lo sviluppo economico il costo dei matrimoni però è salito anche molto oltre il ragionevole.

Per di più, per contentare un po’ tutti i parenti, tradizionalisti e modernisti, spesso si celebrano insieme due feste, una all’occidentale con sposa in bianco e auto di lusso e un’altra tradizionale con sposa in rosso (il colore della fortuna) e portantina ricamata: ovviamente le spese raddoppiano. Ma in Cina come un po’ dovunque nel mondo, nulla pare mai  abbastanza per il “Grande Giorno”.

In aiuto degli sposi vengono parenti e amici che fanno regali in danaro, in buste rigorosamente di colore rosso. In Cina regalare danaro in ogni occasione è antica usanza diversamente che in Occidente  nel quale invece il regalo era sempre in oggetti, spesso inutili.

Comunque con l’accrescersi delle esigenze della vita il matrimonio  diventa  sempre più difficile: non bastano  solo orologio bicicletta e macchina da cucire: occorre l’auto, la casa e tante, tante altre cose.

Tuttavia ai tempi di Mao il matrimonio era molto sentito, in accordo sia con la tradizione profonda confuciana basata sulla famiglia, sia con le vedute del Partito Comunista, in questo caso, stranamente concordi nell’esaltazione dell’amore coniugale.

Attualmente invece  il divorzio appare sempre più diffuso e molti cominciano anche a fare una festa  anche per il divorzio come, in qualche parte, anche in Occidente.

———–

Vignetta sui sogni matrimoniali pubblicata dal Remnim Ribao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*