Mozziconi di sigarette, sintomo di INCIVILTA’

Print Friendly, PDF & Email

Partiamo dal presupposto che non fumando non riuscirò mai a capire le esigenze dei fumatori e il loro mondo. E’ una costatazione oggettiva. Ma qualcuno mi spiega come trovare di normale quotidianità l’immagine per me poco edificante delle città o paesi mosaicizzate modernamente da  svariati mozziconi…lo trovo indecente e incivile!

La presenza di cicche e mozziconi di sigarette disseminati su strade,  prati e  spiagge  che i tabagisti dopo aver voluttuosamente aspirato il fumo cancerogeno abbandono con noncuranza e maleducazione ovunque è un fenomeno che non conosce sosta.  La fantasia di costoro è decisamente enorme e senza distinzione di sesso. Dal marciapiede alla sabbia delle spiagge, dentro i vasi decorativi alle panchine, dai cornicioni delle case altezza strada alle fontane…danni estetici e ambientali!

Una vera e propria moltitudine  di cicche che sommerge, deturpa,  e inquina il nostro quartiere, paese,  città,  e tutta  l’Italia.  La consistenza dei mozziconi gettati per terra e la mole  di materiale inquinante (per tutta l’Italia) è quantificabile in tonnellate.

Quanto tempo occorre perchè questi elementi si degradino? Cosa succede se a questi inquinanti si aggiungono altri elementi simili ?

Eppure sino ad ora, mai che si sia sentita l’esigenza di perseguire  moralmente tacciandoli per  “SPORCACCIONI” questi comportamenti francamente incivili ed inaccettabili.

Ora non vorrei  apparire come una perbenista, moralista e  giustizialista  che non solo sputa sentenze e vuole  limitare la libertà dei  fumatori con che so, il solito invito alla responsabilizzazione sociale e alla richiesta di sanzioni, leggi, punizioni e campagne pubblicitarie.

Non  sarebbe preferibile e auspicabile che, SPONTANEAMENTE, i responsabili di questi comportamenti riprovevoli modificassero le loro abitudini rispettando  i non fumatori ed evitando di arrecare danni  all’ambiente, al decoro delle città e alla qualità della vita.

Non sarebbe altrettanto bello che da domani sparissero tutti i mozziconi di sigaretta in modo da porci come esempio una volta tanto di civile convivenza tra fumatori e non?

Oltre tutto questa azione praticamente a costo zero si rivelerebbe come un strumento formidabile delle promozione dell’immagine  turistica che tanto interessa la nostra economia, facendo percepire l’Italia come un luogo dove si privilegiano comportamenti civili, si rispetta l’ambiente, si intende migliorare concretamente la qualità della vita.

Iniziamo come sempre un passo alla volta … dai mozziconi, per passare, poi, alla gomme da masticare e alle cartacce  gettate per terra.

Comportarci bene non costa niente e ci fa diventare più  educati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*