Print Friendly, PDF & Email

“ Nel difficile campo della scenicità cabarettistica siciliana di cui, purtroppo, si sono persi i segnali più evidenti è riuscita a rivitalizzare, attraverso tutta una serie di personaggi, un segmento teatrale in lenta agonia”.

Questa è la “pesante”, nel significato più intrinseco del termine, ed assolutamente veritiera motivazione che assegna e consegna il “Premio Angelo Musco” come migliore attrice non protagonista, alla poliedrica, elegante, sempre adeguata attrice Anna Impegnoso, elemento importante del gruppo cabarettistico dei “Dolci & Gabbati”, anche loro insigniti, nella medesima circostanza, del prestigioso premio per il più alto gradimento del pubblico.

Impeccabile l’organizzazione del direttore artistico Mimì Scalia, la presentazione appropriata ed essenziale di Salvo La Rosa, la partecipazione del “tagliente” ed intelligente cabarettista Gianni Nanfa, la brillante ed intensa Luciana Turina che interpreta in modo originale le canzoni “Caruso” di Lucio Dalla e “New York, New York” di Sinatra. Una serata per nulla tediosa, scorrevole nella consegna dei premi nelle varie categorie, letterarie e teatrali con l’intervento dell’attore Pippo Pattavina, premio Angelo Musco per una brillante, ricca carriera nel panorama cinematografico e teatrale.

Nonostante il freddo pungente di Milo, l’attenzione del pubblico non è mancata, pubblico che ha sottolineato più volte con spontanei e ripetuti applausi, il gradimento della premiazione.

Con lo spettacolo di cabaret dal titolo significativo ed originale “L’Italia è una Repubblica (af)fondata sul lavoro”, i “Dolci & Gabbati”, Enrico Manna, Laura De Palma, Anna Impegnoso, Concetto Venti accompagnati al pianoforte dal maestro Franco Pennisi e diretti impeccabilmente dal bravissimo regista Armando Sciuto, si aggiudicano un premio che a parer nostro pesa in modo più incisivo degli altri: quello del pubblico sovrano. E’ indiscutibilmente il pubblico, infatti, a decretare il successo di un lavoro artistico.

L’attrice Anna Impegnoso, vera nell’esprimere i sentimenti, calda ed emozionante nei ringraziamenti per l’assegnazione del premio, possiede la qualità che contraddistingue tutti i “grandi” uomini: l’umiltà.

Trentatré anni di onorata carriera artistica a fianco di tanti nomi imponenti del panorama teatrale. Solo per citarne qualcuno: Gilberto Idonea (Liolà, Fiat vouluntas dei, cercasi cameriera, U sapiti com’è), l’avvocato Turi Scalia (Gatta ci Cova, L’Altalena), Enrico Guarneri (Aggiungi un posto a tavola).

Il 6 luglio 1986, l’attrice Anna Impegnoso vince il premio come migliore attrice giovane siciliana al Trofeo Calcioval di Valverde (CT).

Sul palcoscenico da giovanissima, una passione viscerale per il teatro, un talento cresciuto negli anni condito dall’impegno, fanno dell’attrice siciliana un’artista unica, appassionata, adeguata, estemporanea come pochi.

Come dire: la classe è classe ed Anna Impegnoso orgogliosamente la possiede con la naturalezza di una donna che mette il cuore in tutto quello che fa.

DSC_1065

1 commento

  1. Bella la serata e giusti i premi attribuiti. Complimenti a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*