Al Padua Ragusa il Seven Rugby del Trofeo Sicilia

Print Friendly, PDF & Email

seven_padua

La domenica appena trascorsa è stata memorabile per i colori dell’Oncoibla Padua Rugby Ragusa: la squadra senior è andata a vincere sul campo della Nissa, campo dove tanti faranno fatica a portare punti a casa, e, ecco la notizia veramente importante, la selezione provinciale di Rugby a Sette, il cosiddetto “Seven”, formata interamente da atleti dell’Oncoibla Padua, e allenata dal professore Enzo Novello, ha vinto il Trofeo Sicilia, sorta di miniolimpiade riservata ai giovani atleti siciliani che si svolgerà a Palermo da venerdì 8 a domenica 10 ottobre.

Dire che i ragusani hanno vinto, in realtà sminuisce l’impresa dei dieci alfieri iblei: i rugbisti dell’Oncoibla Padua, infatti, hanno dominato la manifestazione, vincendo tutte e cinque le partite giocate.

Allo stadio di Terrasini a contendersi il titolo c’era quattro selezioni provinciali: Ragusa, Palermo, Catania e Messina. La formula del torneo prevedeva nella prima fase un girone all’italiana e poi due semifinali tra la prima e la quarta e la seconda e la terza classificate. Oltre che, evidentemente, la finale.

Le prime tre partite disputate i ragazzi di Novello le hanno chiuse con i seguenti punteggi: 39 a 0 contro il Palermo, con mete segnate da Vittorio Novello (2), Ruben La Rocca (2) e Marco Marlin (3); 36 a 7 contro Catania, con mete segnate da Giulio Battaglia (2), Marco Marlin (3) e Marco Cavalieri (1); 17 a 5 contro Messina, con una sola meta segnata da Marco Cavalieri.

Vincendo le tre partite i ragusani si sono naturalmente piazzati in testa al girone e per questo hanno poi affrontato il Palermo, quarta classificata. Così come nella fase eliminatoria, i ragazzi di Novello hanno dominato la partita, vincendo in modo netto per 41 a 5, con mete di Vittorio Novello (1), Marco Marlin (3), Giovanni Licitra (1), Giulio Battaglia (1) e Andrea Cascone (1).

In finale gli azzurri se la sono vista contro il Messina, che nell’altra semifinale aveva avuto la meglio, per il rotto della cuffia, sul Catania. Si è trattato di un incontro molto combattuto ma alla fine la maggior classe degli azzurrini ha fatto la differenza. Il risultato finale è stato 14 a 7, con una meta di Marco Marlin e un’altra di Giulio Battaglia.

Legittima, alla fine, la soddisfazione del selezionatore Enzo Novello: «I ragazzi hanno dato l’anima giocando un buon rugby. Sono stati così bravi e spettacolari al punto da coinvolgere l’intera Delegazione Provinciale del CONI, con il Presidente Cintolo in testa, che hanno fatto un tifo sfrenato per i nostro ragazzi. Devo dire che è stata una bella soddisfazione. In più la nostra vittoria e l’entusiasmo che ha suscitato è il segno che il movimento rugbistico sta facendo breccia anche nei cuori di coloro i quali finora hanno in un modo o nell’altro snobbato questo sport. È un successo per tutti noi e grandi meriti bisogna dare alla società Oncoibla Padua. Questa è la prova che il lavoro, se fatto bene, paga sempre».

(Nella foto i giocatori dell’Oncoibla Padua insieme alla delegazione provinciale del Coni, con il presidente Sasà Cintolo al centro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*