Print Friendly, PDF & Email

Brunella Li Rosi e la sua valigia bordeaux ieri hanno scelto di fare una sosta ad Augusta e, più precisamente, nella sala Monna Lisa di Palazzo Zuppello invitate dalla presidente della locale Fidapa, Eloisa Di Blasi, che ha voluto aprire il nuovo anno sociale dedicando uno spazio culturale all’autrice di “In viaggio con me” per i tipi della casa editrice catanese Greco.

In viaggio con meAbbiamo seguito le varie “soste” di questa “opera prima” della signora Li Rosi, che ieri è stata ben presentata, alle numerose socie presenti, dalla prof. Maria Arisco coadiuvata dalle voci narranti di Pippo Galatà e Annalisa Guercio, che hanno letto brani tratti dal libro, e dal violino di Erika Ragazzi; il moderatore è stato il giornalista Salvo di Salvo.

Utilizzando le parole della stessa autrice, “In viaggio con me” “è un viaggio fantastico, nel tempo e nello spazio, di una valigia bordeaux, un contenitore di emozioni, di conoscenza e di crescita come metafora della parabola umana nel complesso percorso dell’esistenza”.

Ciò che più ci ha colpito di questa storia narrata da Brunella Li Rosi è la sua capacità di “essere valigia”, cioè di vedere il mondo esterno con gli occhi della valigia-protagonista, di percepire, i pensieri e i sentimenti delle persone con cui  viene in contatto dal suo punto di vista, in una parola, di personificare la valigia; e tutto questo utilizzando un linguaggio intriso di delicata ironia e infinita empatia con frequenti “inserimenti” di riflessioni tra l’evangelico e il filosofico.

E’ una storia divertente ma che fa molto riflettere…”… Il viaggio nell’esistenza si è compiuto, nel tempo e nello spazio, dagli inizi del pensiero fino alla scoperta della verità. Lungo questo affascinante viaggio che è l’esistenza s’impara a comprendere che la porta del cuore si apre solo dall’interno e con una chiave speciale. La chiave dell’amore. E che nessun cuore è tanto duro e chiuso da rimanere per sempre imprigionato dalla sua stessa indifferenza ed incredulità…”

Potrei definire la storia della valigia bordeaux molto “cinematografica” perché Brunella Li Rosi riesce davvero a farci “vedere” e “sentire” quello che la sua valigia vede e sente: ci auguriamo che “In viaggio con me” possa, un giorno, magicamente, trasformarsi in un film.

La prossima “sosta” di questa valigia sarà domenica prossima al Palazzo di Città di Floridia (SR).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*