Print Friendly, PDF & Email

DSCN0833Suonano insieme soltanto da una settimana, hanno dai 12 ai 18 anni, provengono dalle province di Catania, Siracusa e Ragusa e hanno un fil rouge, un link che li lega, una passione in comune: l’amore per la musica, in particolare il jazz.

Come in tutte le favole che si rispettino iniziano con “C’era una volta…”; nel nostro caso c’era una volta un medico genetista, il dott. Nunzio Cutuli, con la passione per la musica, e un musicista jazz italo-americano, Rino Cirinnà, con grande esperienza nel campo del jazz e dell’insegnamento di questo genere musicale. Hanno un’idea che li accomuna: insegnare ai ragazzi a stare insieme, a lavorare in equipe, a collaborare, pur nella propria unicità, per un risultato comune finale, contro ogni egoismo, ogni individualismo, ogni singolarismo. E’ una formazione musicale unica in Sicilia e forse in Italia che vuole dare un’immagine nuova della Sicilia.

Rino Cirinnà chiede la collaborazione di altri due colleghi musicisti, Pucci Nicosia e Nello Toscano, e da un’idea nasce una realtà stupenda: l’Orchestra Jazz Giovanile Mediterranea, 11 (per il momento) giovanissimi musicisti (per ora una sola ragazza, la pianista) che si sono esibiti per la prima volta ieri pomeriggio al Caffè Letterario del Palazzo della Cultura in via Vittorio Emanuele 121 a Catania in un repertorio di standard swing e blues; hanno eseguito “Basing Street Blues”, “Basic Basie” e “Here’s that rainy day” di Scott Joplin e Bix Beiderbecke.

Ed ecco chi sono questi splendidi giovani musicisti jazz:

–      Sax tenore: Marco Cutuli e Pierluigi Santagati

–      Sax contralto: Giovanni Cutello e Andrea Privitera

–      Tromba: Matteo Cutello e Cristian Montagna

–      Trombone: Felice Puglisi e Marco Taranto

–      Pianoforte: Cristina Cutuli

–      Contrabbasso: Davide Toscano

–      Batteria: Ludovido Giudice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*