Print Friendly, PDF & Email

hansel e gretel

Chi non ricorda la celebre fiaba con la casa di marzapane e la strega cattiva?

Oggi pomeriggio al teatro Rex di Giarre abbiamo assistito a “Hansel e Gretel”, fiaba musicale scritta da Giuseppe Bisicchia tratta dal racconto dei fratelli Grimm con le coreografie di Massimo Giustolisi, le musiche originali e gli arrangiamenti di Ettore D’Agostino, la scenografia di Salvo Manciagli e i costumi disegnati e ideati da Giuseppe Bisicchia. Produttrice dello spettacolo la PIDA di Pina D’Amore.

E’ questo un team ormai collaudato, squadra vincente non si cambia, ogni fiaba una nuova scommessa vinta e i nostri sinceri complimenti li abbiamo già porti personalmente a ogni componente del cast nei camerini e vogliamo renderli pubblici qui per estenderli allo scenografo e all’autore delle musiche: si meritano tutti tanti calorosi applausi.

La versione che Giuseppe Bisicchia ha voluto dare della celebre fiaba vede i due fratelli, ormai divenuti adulti che, divorati dagli impegni quotidiani, si sono dimenticati quello che hanno vissuto da bambini e trascorrono la maggior parte del tempo litigando ed essendo sempre in competizione. Grazie a un misterioso personaggio rivivranno la loro avventura e impareranno, dopo l’episodio della strega e della sua casa di marzapane, che “collaborare è meglio che litigare”, morale della favola ripetuta più volte dai due protagonisti.

I costumi coloratissimi in cui la fantasia di Bisicchia ha dato il meglio di sé, soprattutto quelli dei due uccelli che sono stati caratterizzati anche da un modo di parlare dominato dalla sillaba “cu”, la scenografia di Manciagli piena di straordinarie sorprese come, per esempio, la casa di marzapane in cui si apre sia la cella con le sbarre che il forno col fuoco, le musiche di D’Agostino molto orecchiabili quasi da commedia musicale accompagnate da perfetti movimenti coreografici ideati da Giustolisi: questo melange di creatività ha dato vita a uno spettacolo di ottimo livello.

E ora parliamo del cast di grande talento composto da soli sei attori che sono riusciti a interpretare, con velocissimi cambi d’abito, più di quindici personaggi, elenchiamo i principali iniziando da Hansel – Massimo Giustolisi e Gretel – Nadia Trovato, Amelia Martelli è la strega (qui chiamata Malocchia) e Biagio Barone è Rudi, assistente della strega, Emiliano Longo è Pasticcino e Giuseppe Bisicchia il padre dei due ragazzi.

Quanti bambini e genitori hanno affollato il teatro! Che spettacolo nello spettacolo… ci piacerebbe vederlo più spesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*