Print Friendly, PDF & Email

maschi-contro-femmine-locandina

Uscita da soli quattro giorni nelle sale italiane l’ultima “fatica cinematografica” di Fausto Brizzi, che ne è anche il regista, sta già riscuotendo ottimi consensi di pubblico.

Ancora una volta un film “corale” in cui si intrecciano tante storie che hanno un tema comune: il rapporto tra il mondo maschile e quello femminile, tra le due metà del cielo, colto in varie sfumature sempre con un occhio ironico e dissacrante, come ormai ci ha abituato questo regista, ma delicato, mai volgare o sopra le righe e che, comunque, provoca tante calorose e sincere risate, quasi ininterrotte.

Dicevamo delle storie “a incastro” iniziando da quella tra l’allenatore della squadra femminile di pallavolo, un formidabile Fabio De Luigi, e la sua miglior giocatrice Eva interpretata dalla brava Giorgia Wurth con tutte le implicazioni e il finale a sorpresa; c’è poi quella tra Diego, un delizioso Alessandro Preziosi, e la sua vicina di pianerottolo Chiara, una Paola Cortellesi al top della forma, storia che ha il suo lieto fine solo dopo molte divertentissime scaramucce. E poi ancora quella un po’ intrecciata tra i giovani Chiara Francini, Sarah Felberbaum e Nicolas Vaporidis, con l’”aiuto” esterno di Paolo Ruffini, caratterizzata anche dal dialetto toscano parlato dai protagonisti. Per finire poi con quella delicata e imprevista tra l’ex moglie del presidente della squadra di pallavolo, ben interpretato da Francesco Pannofino, una timida e insicura Carla Signoris e il suo collega dell’archivio, innamorato segretamente da anni,  Giuseppe Cederna. Completano il folto e ottimo cast Lucia Ocone nella parte della moglie dell’allenatore, Claudio Bisio, Emilio Solfrizzi, Nancy Brilli, Luciana Littizzetto e Luca Calvani con piccoli “camei”.

Fausto Brizzi ha saputo immaginare delle storie in cui poter inserire splendide riprese esterne in luoghi e situazioni particolari come, per esempio, quella degli attivisti che riescono a bloccare una nave che vuole uccidere le balene al Polo Sud con Preziosi, la Cortellesi e Ruffini o quella, sempre con i primi due in versione subacquea e l’idea originalissima di farli “parlare” grazie a dei fumetti da cartone animato; o ancora quella della spiaggia naturista in Corsica in cui si muovono i tre giovani attori Francini, Felberbaum e Vaporidis.

Ancora un film delicato e ironico dell’autore di successi come “Ex” e “La notte prima degli esami”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*