Comprensione

Print Friendly, PDF & Email

berlusconiCrisi o elezioni. È stato questo l’aut aut che il nostro Presidente del Consiglio dei Ministri ha dato all’Italia. Nel senso che “o il Governo ottiene la fiducia in Parlamento, oppure si torna a votare”.

A me, questa, sembra una posizione più che legittima, perché mi sembra legittimo che ciascuno di noi possa dire la sua su questo tema, così come ognuno di noi ha il diritto di dire, per esempio, che Balotelli, ieri sera, sarebbe dovuto uscire già alla fine del primo tempo o che, per il bene della Nazionale, Prandelli è meglio che torni ad allenare la Fiorentina.

Quello che invece trovo illegittimo, e scandaloso, è che il Presidente del Consiglio dei Ministri usi quest’argomento come una clava per mettere paura a quei deputati e senatori che, in caso di elezioni anticipate, vedrebbero a rischio la rielezione, visto che, con l’attuale legge elettorale, sarebbe lui stesso a decidere chi, nel proprio partito, potrà essere rieletto.

E poi, mi pare che non spetti a lui decidere se e quando andare ad eventuali elezioni anticipate, perché questa, quella di sciogliere le Camere, è una prerogativa del Presidente della Repubblica, mica sua…

Ma forse è solo una questione di comprensione. Forse il nostro Presidente del Consiglio dei Ministri non ha ancora capito che Mediaset e Repubblica Italiana non sono la stessa cosa. Forse il nostro Presidente del Consiglio dei Ministri non ha ancora capito che lui, in questi anni, è stato il nostro Presidente del Consiglio dei Ministri, non il nostro Padrone.

Qualcuno provi a spiegarglielo, please.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*