Facebook può scatenare l’asma da stress

Print Friendly, PDF & Email

 

Un ragazzo di Napoli, ha sviluppato una depressione con crisi d’asma, dopo che la fidanzata lo ha cancellato dai suoi amici su Facebook.

Lo strano caso è stato segnalato dai medici dell’Ospedale Cardarelli di Napoli in una delle principali riviste mediche della Terra, «The Lancet», dimostrando che il sito di social networking può rappresentare una nuova fonte di stress.

Il 18enne quando è finita la sua relazione con la ragazza ha cambiato il suo nickname, ridiventando amico di lei. Ogni volta, però, che vedeva le foto della donna amata aveva un attacco d’asma.

I medici hanno consigliato alla madre di misurare la capacità respiratoria del ragazzo prima e dopo ogni accesso a Facebook. E’ emerso che dopo la connessione con Facebook  la capacità respiratoria del ragazzo diminuiva del 20% .

Il paziente è stato convinto dai medici a smettere di visitare  il profilo dell’ex fidanzata e gli attacchi di asma sono finiti.

Gli esperti in questo studio, diretto dal dottor Gennaro D’ Amato, hanno sottoposto il 18enne a vari  controlli, tenendo conto di tutte le altre possibili cause delle crisi asmatiche. Hanno concluso che la causa della crisi era proprio il sito dell’ex fidanzata.

Dunque Facebook e i social network in generale, scrivono i medici, potrebbero diventare una nuova fonte di stress psicologico, che a sua volta potrebbe essere un fattore “scatenante per le esacerbazioni negli asmatici depressi. Considerando l’elevata prevalenza dell’asma, soprattutto tra i giovani” dicono ancora gli studiosi  “questo tipo di fattore deve essere considerato nella valutazione delle esacerbazioni asmatiche”.

Lo stress può scatenare attacchi di asma dopo un lutto o un periodo particolarmente difficile della vita. Ora, dunque, secondo i medici, dovremo stare attenti anche ai social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*