Quarant’anni fa il divorzio

Print Friendly, PDF & Email

divorzioQuarant’anni fa il Parlamento italiano approvava una proposta di legge avanzata da due deputati, il socialista Loris Fortuna e il liberale Antonio Baslini, che introduceva il divorzio nell’ordinamento giuridico italiano.

Prendeva così forma, per l’Italia, la stagione dei diritti civili, aperta delle lotte operaie e studentesche del sessantotto, e che in un decennio avrebbe portato anche alla riforma della scuola (1974), alla legge sull’aborto (1978), alla vittoria dei referendum proposti dalle forze conservatrici (1974 quello sul divorzio, 1981 quello sull’aborto).

In quel decennio, nei fatti, il popolo italiano capì che era giunto il momento di decise in prima persona della propria vita, affrancandosi al contempo dal potere vaticano che fino a quel momento aveva steso la sua ala protettiva sulla politica e dunque sulla vita di tutti i cittadini.

Poi è arrivata la nuova legge sul concordato, l’8 per mille, Ruini, la legge sulla procreazione assistita, e l’Italia è tornata ad essere terra di dominio.

È stato bello sognare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*