La tradizione dei presepi trentini da domani ad Assisi

Print Friendly, PDF & Email

DSC_0110_NEWLIGHTRiceviamo e pubblichiamo.

La tradizione presepistica trentina raggiunge quest’anno due luoghi simbolo della cristianità occidentale e orientale: Assisi e Costantinopoli.

Si parte domani, 8 dicembre, con l’inaugurazione ad Assisi: dopo la messa celebrata nella Basilica Papale di San Francesco dal presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, Cardinal Ennio Antonelli (ore 17.00), alle 18.30 si illumineranno il presepe a grandezza naturale nella piazza della Basilica Inferiore e il grande abete con le sue 11mila luci. Presenti all’inaugurazione – oltre al Cardinale Antonelli – il ministro delle Politiche Agricole, Giancarlo Galan, il custode del Sacro convento, padre Giuseppe Piemontese, il presidente della Provincia Autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini e i rappresentanti della comunità trentina.

Nella città di San Francesco, fondatore del primo presepe al mondo, il Trentino allestirà da domani al 6 febbraio, il presepe a grandezza naturale con 12 figure intagliate dai mastri artigiani della Val di Fiemme, una mostra di presepi antichi al museo della Porziuncola e un abete di 15 metri. L’incanto ad Assisi si estenderà anche alla Basilica Superiore, con la rappresentazione nella parte antistante il coro di una Natività del 1920, realizzata in legno di cirmolo, con oltre 20 figure da 20 cm, tutte scolpite e dipinte a mano. A Costantinopoli, in comunione con il Patriarcato Ortodosso, la Provincia di Trento porterà a gennaio una mostra con i più bei manufatti delle valli trentine.

Presepi Trentini ad Assisi: 8 dicembre 2010 – 6 febbraio 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*