“Gli uomini ombra e altri racconti” di Carmelo Musumeci – Gabrielli editori 2010

Print Friendly, PDF & Email

gli-uomini-ombra

“…Carmelo è un uomo ombra però posso toccare le sue parole impresse nelle pagine di questo libro. Le parole, la fantasia, il dolore, l’ostinazione, l’amarezza, la dolcezza e la durezza di Carmelo sono corpo, il corpo di un uomo libero…”: queste parole tratte dalla prefazione di Vauro Senesi, celebre vignettista e giornalista, rendono subito l’idea di chi sia Carmelo Musumeci.

Chiunque segua con partecipazione le vicende del pianeta carcere, chiunque ne sia profondamente coinvolto, come la sottoscritta, conosce perfettamente (anche se ancora non ha avuto il piacere di guardarlo negli occhi, sorridergli e stringerlo in un abbraccio ma che spera avvenga presto) chi sia Carmelo Musumeci: un uomo che pur condannato all’ergastolo, e a quello senza alcuna speranza come l’ostativo, fa sentire la sua voce, non demorde, combatte, scrive, studia, si laurea, crea fiabe piene d’amore per i suoi familiari che commuovono, intesse una rete di solidarietà tra i detenuti per far sentire anche le voci di chi non ha più voce ed è diventato solo un numero in un elenco… e come non farsi contagiare da questa libertà interiore di un uomo che è ristretto solo fisicamente?

Carmelo Musumeci è di origine siciliana, attualmente si trova nel carcere di Spoleto, è entrato in carcere con la quinta elementare, mentre era all’Asinara in regime di 41bis, da autodidatta, ha terminato le scuole superiori e si è laureato poi a Firenze nel 2005 in Giurisprudenza con una tesi in Sociologia; ora è iscritto a Perugia per la specialistica e sta preparando la tesi.

Carmelo è un faro, un punto di riferimento per tutti i detenuti che non vogliono arrendersi, che sperano nell’abolizione non solo dell’ostativo, che è una barbarie solo italiana e che è una pena di morte viva, ma anche dell’ergastolo, del FINE PENA MAI, perché contrario all’art.27 della nostra Costituzione che parla di rieducazione per un reinserimento, seppur lontano, nella società.

In questo suo ultimo libro Carmelo ha raccolto sei dei suoi racconti lunghi, già pubblicati sia su www.informacarcere.it che su http://urladalsilenzio.wordress.com, dolorosi e bellissimi, appassionanti e commoventi, a cui ha aggiunto una sua biografia che ha intitolato provocatoriamente “biografia di un bambino criminale” e ha voluto concludere con un dolcissimo e breve racconto, “La luce degli uomini ombra”, dedicato a una donna che da anni, con le sue lettere, è una luce per molti ergastolani e che sono onorata di avere come amica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*